Rutte, 'L'aiuto deve essere fatto di prestiti, non di contributi'

Rutte, ‘messaggio’ a Conte: ‘L’aiuto deve essere fatto di prestiti, non di contributi’. Il premier, ‘Italia ce la farà da sola’

Mark Rutte ai microfoni de il Corriere della Sera: “Un sistema di prestiti è molto più logico. Anche quelli sono aiuti”.

Il premier olandese Mark Rutte è intervenuto ai microfoni de il Corriere della Sera facendo il punto sulla trattativa europea sul Recovery fund. L’Olanda è nello schieramento dei Paesi frugali che non condivide il piano della Commissione e chiede un passo indietro per arrivare a un compromesso.

Giuseppe Conte
Roma 20/08/2019 – Crisi di Governo. Discorso del presidente del Consiglio al Senato della Repubblica / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Rutte, “È cruciale che l’Italia la prossima volta sia in grado di rispondere a una crisi da sola”

L’Olanda capisce e appoggia l’appello alla solidarietà. (…). Dobbiamo solidarietà ai Paesi più colpiti dalla pandemia, sapendo però che anche noi siamo stati colpiti gravemente. Ciò significa che gli Stati i quali necessitano e meritano aiuto devono anche far sì che in futuro siano capaci di affrontare da soli crisi del genere in modo resiliente. E voglio aggiungere che ammiro ciò che fa Conte, cercando di varare un pacchetto di riforme mirate ad aumentare la produttività e la competitività dell’Italia, incluse misure impopolari. È un buon inizio e spero prosegua. Perché è cruciale che la prossima volta l’Italia sia in grado di rispondere a una crisi da sola“, ha dichiarato Rutte facendo sapere di ritenere plausibile un compromesso tra le parti.

Parlamento Europeo
Parlamento Europeo

“Un sistema di prestiti è molto più logico”

Il premier olandese ha poi difeso la linea dei prestiti e non dei contributi parlando di un sistema molto più logico.

“Un sistema di prestiti è molto più logico. Anche quelli sono aiuti. E dalle analisi della Commissione, sappiamo che la sostenibilità del debito di Italia e Spagna non sarà diminuita da nuovi prestiti. Per questo la nostra posizione è che l’aiuto dev’essere fatto di prestiti, non di contributi. Ma insistiamo anche perché ci si concentri sull’aumento della competitività e della resilienza dei Paesi che li ricevono“.

Conte, l’Italia ce la farà da sola

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, commentando le dichiarazioni di Rutte, ha fatto sapere che l’Italia ce la farà da sola. Poche parole che trasmettono un messaggio decisamente chiaro.

ultimo aggiornamento: 02-07-2020

X