L’intervista di Matteo Salvini al Corriere della Sera: “Il governo va avanti? Non so. Il rapporto con il premier Conte? Un rapporto di lavoro”.

Intervenuto ai microfoni de il Corriere della Sera, il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare dello stato di salute del governo proprio in uno dei momenti più difficili dall’inizio dell’esperienza dell’esecutivo giallo-verde. I dossier aperti sono tanti, a partire dal Commissario Ue per finire con la riforma della Giustizia. E ad oggi nessuno dei due vicepremier sembra convinto che il governo possa arrivare fino alla fine del mandato.

L’intervista di Matteo Salvini al Corriere della Sera

Le prime parole riportato indicano la via del rimpasto. Matteo Salvini continua a puntare il dito contro alcuni ministri del Movimento Cinque Stelle di cui continua a chiedere, in maniera più o meno diretta, la sostituzione

“Agli italiani è chiarissimo che ci siano stati ministri che non hanno brillato. Se fossero stati della Lega, il problema sarebbe già stato risolto”.

Commissario Ue, tensione con il premier Giuseppe Conte

Non è il momento migliore neanche per quanto riguarda il rapporto con il premier Giuseppe Conte. Il capo del governo avrebbe voluto avere il nome di un Commissario da presentare alla von der Leyen (in visita a Roma), ma dalla Lega non è arrivata nessuna indicazione.

“La Lega ha più di un nome adeguato all’incarico e dunque lo daremo al presidente Conte. Per noi l’importante è che si possa occupare di questioni reali, dei temi economici che interessano agli italiani.

Matteo Salvini e Giuseppe Conte
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

Migranti Salvini: “La musica è cambiata”

Matteo Salvini ha parlato anche della questione migranti, con due navi delle Ong che hanno intenzione di approdare a Lampedusa.

“Con tutti che fanno come se nulla fosse. Le ong oggi in mare sono spagnole,tedesche e norvegesi. È come se ci fossero navi italiane che scaricano immigrati nei porti di Amburgo o di Barcellona. Adesso la musica è cambiata. Grazie al decreto Sicurezza bis, che è legge, se queste navi si avvicinano alle coste italiane gliele togliamo dal mare”.

Salvini al Corriere della Sera: “Il governo va avanti? Non so…”

Il vicepremier leghista ha affrontato anche il tema-governo parlando della collaborazione con il Movimento Cinque Stelle.

“Non so, se il ministro dell’Ambiente non proroga le concessioni per la ricerca e l’estrazione del petrolio, lì sono migliaia di posti di lavoro in fumo, non mi pare che la situazione economica lo consenta. E poi, a un anno dalla tragedia di Genova, la Gronda sarebbe partita se Toninelli non l’avesse bloccata.Il primo che la bloccò fu Burlando, l’accoppiata Toninelli-Burlando fa un po’ effetto”.


Il grande ‘baratto’ Lega-M5s fatto saltare (per il momento) da Salvini

Lotta dei Ministeri, Di Maio provoca Salvini