Intervista a Quarta Repubblica per il ministro Tria: “La seconda manovra è una fissazione. Non ci sarà nessuna legge di bilancio”.

ROMA – Intervento ai microfoni di Quarta Repubblica per il ministro dell’Economia Giovanni Tria che ha toccato diversi argomenti, partendo da quello dell’IVA: “Non ci sarà nessun aumento dell’IVA. Sono tutte follie non solo perché non ne parliamo – dichiara riportato dall’ANSAma perché sarebbe sbagliato fare questo dal punto di vista della politica economica. Perché si deve fare una manovra per mettere in difficoltà le imprese italiane?“.

No secco anche su una seconda legge di bilancio: “La manovra correttiva – precisa – è diventata una fissazione e non capisco questa cosa. Noi siamo tra la stagnazione e la recessione, cosa si intende per manovra correttiva? Più tasse e meno spesa. Mi chiedo, in una situazione come quella dell’Italia e dell’Europa è utile? Il deficit viene tenuto sotto controllo.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Giovanni Tria
fonte foto https://twitter.com/formichenews

Il ministro Tria duro sulla TAV: “Se il governo cambia i patti nessuno investe in Italia”

Più dura la posizione del ministro Tria sulla TAV: “Nessuno investe in Italia se il governo cambia i patti. Non mi interessa dell’analisi dei costi-benefici o di altro perché il problema non è la TAV. Il problema è che nessuno verrà a investire in Italia se il Paese mostra un governo che non rispetta i patti, cambia i contratti e fa le leggi retroattive. Questo è il problema non la TAV. Il nostro compito è quello di portare avanti l’economia italiana“.

Chiare le parole del numero uno del dicastero delle Finanze che chiede al governo di rispettare i patti presi sulla TAV anche per il futuro. Fari puntati anche sull’Iva e sulla manovra in questa lunga intervista del ministro Tria ai microfoni di Quarta Repubblica. Il governo continua ad andare avanti per la sua strada con l’obiettivo di rispettare le promesse fatte durante la campagna elettorale.

La risposta di Toninelli: Tria rispetti i patti

Intervenuto ai microfoni di Zapping, Toninelli ha attaccato Tria invitandolo caldamente a rispettare il contratto di governo:

“Tria ha dimenticato che c’è un contratto di governo, lui dovrebbe ricordarlo […]. Tria si atterrà a quello che c’è scritto nel contratto”

fonte foto copertina https://twitter.com/Assolombarda


M5s, Di Maio: presto novità sulla riorganizzazione. La Nugnes: va discussa la sua leadership

Dalla legittima difesa al decretone: i prossimi appuntamenti in Aula del governo