Migranti, Matteo Salvini: “Aquarius non arriverà in un porto italiano”

Matteo Salvini ai microfoni del GR1 è ritornato sulla questione migranti: “Stiamo monitorando con attenzione gli sbarchi che stanno avvenendo sulle coste calabresi”.

ROMA – Matteo Salvini è ritornato a parlare della questione migranti. Il giorno dopo l’annuncio di nuovi salvataggi in mare da parte di Aquarius, il ministro dell’Interno ha chiuso i porti italiani alla ONG: “La nave – ha dichiarato ai microfoni del GR1è di armatore tedesco a batte bandiera di Gibilterra. Posso assicurarvi che non arriverà in un porto italiano“.

Il vicepremier ha fatto il punto anche sui recenti sbarchi che sono avvenuti in Calabria, l’ultimo sulle coste crotonesi: “Stiamo seguendo con attenzione la situazione insieme alle Forze dell’Ordine“.

Una nuova chiusura da parte del leader del Carroccio che ha confermato l’intenzione di non aprire i porti alle ONG, spegnendo qualsiasi flebile speranza da parte di Aquarius di arrivare in Italia.

Nave Aquarius
fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

Matteo Salvini sulle spiagge sicure: “Abbiamo sequestrato più di 93 mila beni”

Matteo Salvini sul proprio profilo Facebook ha fatto il punto anche sull’operazione spiagge sicure: “Più di 1.000 controlli con 1.154 contestazioni e più di 93 mila beni sequestrati per un valore superiore ai 600 mila euro, con 54 Comuni coinvolti, 174 assunzione a tempo determinato, quasi 9 mila ore di lavoro straordinario, acquisto di mezzi e attrezzature per circa 584 mila euro“.

Questi sono – ha continuato il ministro – i primi risultati delle operazioni spiagge sicure durante le prime settimane, e ancora non è finita, dopo Ferragosto i controlli verranno intensificati. Se qualcuno pensava che stessimo scherzando si sbagliava di grosso. La lotta a molestatori abusivi sulle nostre spiagge si combatte con i fatti. Abbiamo imboccato la strada giusta, non ci fermiamo“.

Di seguito il post di Matteo Salvini sui social

ultimo aggiornamento: 11-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X