Matteo Salvini ‘avvisa’ il M5s: Sono al Governo per tagliare le tasse, non aumentarle

Lunga intervista ai microfoni di Sky TG24 per Matteo Salvini: “Non sto al Governo per aumentare le tasse ma per tagliarle”.

MILANO – Continua la lunga campagna elettorale di Matteo Salvini in vista delle prossime Europee. Ai microfoni di Sky TG24 il vicepremier leghista ritorna a parlare dell’economia italiana: “L’emergenza dal punto di vista mio e di tanti italiani è ridurre le tasse – sottolinea il ministro dell’Interno – se qualcuno nel governo mi dicesse ‘Non si riducono le tasse’ oppure ‘Aumentiamo l’Iva’ no, non stare in quel governo. Io sono qui per tagliare le tasse, non aumentarle“.

La priorità dei prossimi mesi – ribadisce il leghista – sarà ridurre le tasse. Il mio partito è garanzia di stabilità. Gli italiani ci chiedono di lavorare e di litigare di meno e per questo io mi cucio la bocca“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial)

Matteo Salvini sui fischi: “Non mi piacciono e non c’è nessun rischio sulla democrazia”

Matte Salvini ha commentato anche i fischi quando ha citato Papa Francesco durante la manifestazione di Milano: “Non mi piacciono ma ci sono stati anche molti applausi. Il Pontefice ha giustamente ricordato le stragi nel Mediterraneo. Io ho applicato le regole e con queste siamo riuscite a ridurre quasi a zero le stragi. Per me incontrare Bergoglio sarebbe una gioia ma finora non l’ho mai chiuso“.

E sui migranti dice: “Mi auguro che nessuno mi dica cosa fare visto che sto gestendo l’immigrazione positivamente. La Sea Watch? Se qualcuno mi chiamasse e mi dicesse di farli sbarcare io dico no perché non vedo il motivo per cui dovremmo aiutare gli scafisti. Ognuno nel Governo deve rispettare le proprie competenze e quelle sulla sicurezza e sull’immigrazione sono mie”.

Ci sono elementi certi – conclude – di contatti tra Libia e le associazioni. Ci sono degli elementi che dal mio punto meritano approfondimenti, che sono in corso, e che sono a disposizione della magistratura“.

ultimo aggiornamento: 19-05-2019

X