Clarence Seedorf a ‘La Gazzetta dello Sport’: “Nei ruoli di potere non ci sono persone di colore”.

ROMA – Duro attacco di Clarence Seedorf in un’intervista a La Gazzetta dello Sport. L’ex giocatore e allenatore del Milan ha voluto mettere in evidenza le difficoltà che le persone hanno nel mondo del calcio. “Per gli allenatori non ci sono pari opportunità. Se guardiamo ai numeri, nei ruoli di potere nel calcio non ci sono persone di colore.

Gli esempi di Clarence Seedorf

Nell’intervista, riportata dal Corriere della Sera, l’olandese ha messo in risalto alcuni esempi più eclatanti: “Io ho giocato 12 anni in Italia. Dopo la mia esperienza al Milan, pur avendo fatto un ottimo lavoro, zero chiamate. Anche dall’Olanda, che è il mio Paese, non ho avuto nessuna offerta. Non capisco i criteri di scelta. Perché i grandi campioni non hanno chance in Europa dove hanno fatto molto bene? Perché Vieira è dovuto andare a New York? Henry in Canada?“.

Una riflessione sicuramente importante dell’ex centrocampista: “Non riguarda solo il calcio, il mio è un discorso generale Tutti, in particolare chi può cambiare le cose, devono sentire la responsabilità di creare un mondo meritocratico, di tenere aperte tutte le porte se si ambisce all’eccellenza. Perché i migliori risultati possono venire proprio dalla diversità“.

Clarence Seedorf
Clarence Seedorf

La carriera di allenatore di Clarence Seedorf

Una carriera da allenatore per Clarence Seedorf che, al momento, non è come quella da giocatore: “Al Milan sono arrivato prima di quanto previsto e poi non ho potuto continuare […]. Le altre opportunità che mi sono arrivate le ho accettate per poter dimostrare il mio valore. Ho dovuto prendere dei rischi perché le chiamate arrivate non erano molte e tutti noi sappiamo perché”.

Un chiaro messaggio da parte di Seedorf, pronto a scendere in campo in prima persona per riuscire a riportare le pari opportunità nel calcio mondiale.

TAG:
calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 24-02-2021


Il nuovo yacht di Roman Abramovich: gioiello da 500 milioni di euro

Milan-Stella Rossa, Pioli: “Vogliamo passare il turno”