L'intervista di Nicola Zingaretti ai microfoni del Tg5

Zingaretti: “Nella maggioranza servono meno polemiche. La mozione contro Bonafede va respinta”

L’intervista di Nicola Zingaretti al Tg5: “Si possono avere idee diverse, ma le polemiche non servono a niente”.

ROMA – In un’intervista ai microfoni del Tg5 il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ha ribadito la fiducia nel suo partito in questo Governo e soprattutto nel ministro Bonafede: “Non temo lo sgambetto di Renzi – ha detto il governatore del Lazio – la mozione è un’azione legittima delle opposizioni, ma totalmente strumentale e come tale va respinta“.

E sul futuro dell’esecutivo ha aggiunto: “Nella maggioranza in questo momento servono meno polemiche. Le persone vogliono soluzioni. Si possono avere idee diverse, esprimerle per costruire soluzioni, ma le polemiche non servono a niente“.

Zingaretti: “Dobbiamo continuare così con il coronavirus”

Il segretario dei democratici si è soffermato anche sul coronavirus: “C’è stato un passo avanti rispetto al passato. Le decisioni del Governo sulle riaperture sono state fatte perché le regole del contenimento hanno funzionato e gli italiani sono stati straordinari nel rispettarle. Ora dobbiamo continuare così. Probabilmente il contagio crescerà ma sarà sotto controllo“.

E sul decreto Rilancio ha precisato: “E’ giusto muoversi per dare risposte a chi ha bisogno. Ma nel decreto ci sono anche grandi idee per costruire il futuro“.

Nicola Zingaretti
Db Milano 10/01/2020 – convegno “Nord Face. Lavoro sviluppo ambiente: il Nord per l’Italia” / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Nicola Zingaretti

Speranza: “Ripartiamo con attenzione”

Cautela è anche la parola d’ordine del ministro Speranza che in un’intervista al Tg3 ha confermato che “i sacrifici enormi degli italiani hanno dato i loro frutti. Ora ripartiamo con grande giudizio perché basta poco per ritornare indietro. Siamo stati tra i Paesi che hanno fatto più tamponi e dobbiamo continuare in questo modo“.

Sul servizio sanitario il titolare del Dicastero della Salute ha precisato: “Il tracciamento si fa innanzitutto con le persone e noi ne stiamo assumendo moltissime. Speriamo di partire entro fine maggio con l’applicazione per aggiungere un nuovo strumento alla strategia in campo“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/nicolazingaretti/

ultimo aggiornamento: 18-05-2020

X