Matelica, squadra di calcio giovanile intossicata dal monossido di carbonio

Matelica, squadra di calcio giovanile intossicata dal monossido di carbonio

Tragedia sfiorata nello spogliatoio della squadra giovanile del Matelica. Dodici ragazzi sono stati ricoverati per intossicazione da monossido di carbonio.

MATELICA (MACERATA) – Avevano appena finito l’allenamento quando alcuni ragazzi della squadra giovanile del Matelica hanno iniziato ad accusare dei piccoli problemi di salute. I genitori li hanno trasportati – su consiglio degli allenatori – in ospedale per verificare a cosa erano dovuti questi malanni. Secondo quanto riportato da Il Messaggero, si dovrebbe trattare di un’intossicazione da monossido di carbonio. Il gas sarebbe fuoriuscito da uno dei riscaldamenti.

Sulla vicenda indagano gli inquirenti con dodici piccoli calciatori che sono stati ricoverati nelle camere iperbariche di Fano e Ravenna. Per sei di loro nessun problema in particolare e ritorno a casa dopo poche ore.

Matelica, squadra di calcio giovanile in ospedale per intossicazione

La vicenda è stata confermata anche dal sindaco di Matelica, Alessandro Delpiori: “La cosa più importante – sottolinea riportato da Il Messaggeroè che tutti stiano bene. Nove sono stati portati alla camera iperbarica di Fano e già tornati a casa mentre gli altri sono a Ravenna e dovranno fare un altro ciclo di ossigenoterapia perché seguono un diverso protocollo ma le ultime analisi non hanno evidenziato particolari problemi“.

Sui motivi di questa esalazione di monossido di carbonio il primo cittadino non vuole sbilanciarsi: “Molto probabilmente – precisa – è un guasto o un malfunzionamento della caldaia. La gestione dell’impianto non è nostra ma di una ditta concessionaria. È un fatto strano perché l’impianto è del 2017 e a ottobre aveva ricevuto il bollino verde per la manutenzione e la pulizia“.

A fare chiarezza sulla vicenda saranno gli inquirenti. I controlli diranno se si è trattato di un semplice incidente oppure se c’è la responsabilità di qualche persona. Per fortuna l’incidente non ha riportato particolari problemi con la maggior parte dei ragazzi che sono ritornati quasi subito a casa.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/ItalianRedCross/

ultimo aggiornamento: 10-01-2019

X