Un mercato senza regole tra i più redditizi del mondo

Investimenti in arte e collezionismo: tra i più rischiosi del mondo, perché l’arte e il mercato dell’arte non vanno di pari passo.

Perché investire in opere d’arte?

Dedicare una parte del proprio patrimonio all’acquisto di opere d’arte è uno dei molti mezzi a disposizione di un investitore per differenziare il portfolio dei propri investimenti e quindi limitarne il rischio complessivo.

Le opere d’arte possono talvolta essere guadagnare nel tempo il 50% del valore all’acquisto. Si tratta naturalmente di casi limite, ma in genere i margini di profitto di un investimento in pezzi d’arte non sono affatto trascurabili.

Come gestire gli investimenti in arte e collezionismo?

Il mercato dell’arte, esattamente come quello della moda, segue regole completamente sue, che difficilmente risultano comprensibili ai non addetti ai lavori o ai non appassionati. Per questo motivo prima di procedere a un investimento di questo tipo è necessario informarsi accuratamente in merito all’opera che si sta acquistando e naturalmente all’artista che l’ha prodotta.

Le domande che è necessario porsi sono molto poche, ma fondamentali.

L’artista espone in un museo? Ha già prodotto un catalogo che raccoglie le sue opere migliori? Un artista già riconosciuto, che abbia trovato posto in una collezione museale e che abbia testimoniato l’evoluzione della sua opera con un catalogo ha buone possibilità di veder crescere in futuro le sue quotazioni.

Come hanno valutato i critici e i curatori le opere di quell’artista? Se negli anni passati erano i critici a determinare nella maggior parte dei casi la percezione e la valutazione di un artista, oggi questo potere è posto nelle mani dei curatori di mostre. Essi godono della rete di contatti e di influenze necessari a muovere il mercato secondo la propria sensibilità, quindi è opportuno tenere in considerazione il loro parere.

A quale periodo appartiene l’opera che si sta acquistando? L’evoluzione artistica di un individuo si articola sempre in tre momenti: il periodo giovanile, quello maturo e quello della tarda età. Generalmente le opere giovanili e dell’età matura valgono di più, poiché racchiudono la spinta innovativa di un artista significativo (anche se questa regola non vale a livello universale).

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 13-05-2017


Cosa sono gli investimenti finanziari e quali sono a disposizione di un investitore?

Diversificare i vari investimenti: Come procedere nel modo corretto