Il gol di Inzaghi nel gelo di Dortmund, Milan corsaro al Westfalenstadion

L’11 dicembre del 2002, a Dortmund, i rossoneri di Ancelotti sono ospiti del Borussia. La gara, valida per il girone di Champions, si gioca a -10 °C e il Milan vince grazie a un acuto del solito SuperPippo.

chiudi

Caricamento Player...

Nella cavalcata del Milan ancelottiano verso la conquista della Champions League del 2003 vive uno dei momenti più epici nel secondo girone. I rossoneri, inseriti in un gruppo che comprende anche il Real Madrid detentore del trofeo, hanno vinto il primo match a San Siro proprio contro gli spagnoli grazie a una prodezza di Shevchenko. Quindici giorni più tardi, mercoledì 11 dicembre 2002, il Milan è di scena al Westfalenstadion di Dortmund per affrontare i padroni di casa del Borussia.

La rivincita a distanza di sei mesi

Il Diavolo fa così ritorno nello stadio dei gialloneri dopo la pesante sconfitta (4-0) subita nella semifinale d’andata di Coppa Uefa della passata stagione. Le condizioni climatiche sono impossibili: Dortmund è avvolta dal gelo, con la colonnina di mercurio che scende fino a 10 gradi sotto zero. In tribuna, accanto al cancelliere Schroeder (tifosissimo del Borussia) c’è il presidente rossonero Silvio Berlusconi, ritornato a una trasferta continentale del Milan dopo la finale persa a Vienna contro l’Ajax. L’occasione per l’undici di Ancelotti è ghiotta ma si presenta molto complicata.

Inzaghi, proprio lui!

I rossoneri scendono in campo con Dida tra i pali, difesa composta da Simic, Nesta, Kaladze e Maldini, poi Ambrosini, Pirlo e Seedorf a centrocampo con Rui Costa alle spalle di Shevchenko e Inzaghi. Il match è duro e il campo gelato non consente di svolgere un gioco apprezzabile. Il primo tempo è avaro di occasioni, con le sole conclusioni da fuori area di Kaladze e Rosicky. Al 49′, un assist sublime di Seedorf innesca Inzaghi che davanti a Lehmann non sbaglia e porta in vantaggio il Milan! Gli uomini di Sammer accusano il gol e mancano nella reazione. Solo nel finale, il forcing costringe i rossoneri a fare le barricate: al 90′ Rosicky spacca la traversa ma il Milan si salva e riesce a espugnare Dortmund.