Ipotesi Mick Schumacher in Alfa Romeo nel 2022. Il pilota tedesco potrebbe prendere il posto di Raikkonen.

ROMA – Ipotesi Mick Schumacher in Alfa Romeo nel 2022. La scuderia non ha ancora sciolto diversi dubbi e per quanto riguarda i piloti attende la decisione di Kimi Raikkonen. Il finlandese non ha deciso se continuare oppure no e solamente successivamente si capirà su chi puntare.

Ancora non confermato neanche Antonio Giovinazzi. L’italiano dovrebbe continuare, ma molto dipenderà dal marchio Alfa. Il brand non ha dato la propria certezza di restare in Formula 1 e la Ferrari attende di sapere se ha ancora il diritto per poter piazzare il proprio pilota.

Corsa a due in Alfa per il dopo Raikkonen?

I dubbi saranno sciolti nelle prossime settimane. In caso di una ‘rottura’ con l’Alfa Romeo, la Sauber potrebbe decidere di cambiare entrambi i piloti e a questo punto il nome di Valtteri Bottas diventerebbe il favorito. Per la seconda guida, però non si esclude una collaborazione con la Ferrari per dare spazio ad uno tra Mick Schumacher e Callum Ilott.

Da precisare che il vicecampione della Formula 2 potrebbe fare lo stesso l’esordio in F1 la prossima stagione con la Haas in caso di una promozione di Schumi jr. in Alfa Romeo.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Mick Schumacher
Mick Schumacher

La griglia di partenza del 2022 quasi definita

La griglia di partenza della prossima stagione è ormai definita. Non ci saranno, almeno di sorprese dell’ultimo minuto, particolari cambiamenti. La Mercedes è chiamata a decidere su Bottas e Russell. In caso di ‘promozione’ del britannico, la Williams dovrà scegliere se puntare sull’esperienza del finlandese oppure affiancare a Latifi uno dei suoi giovani.

Gli altri dubbi da sciogliere riguardano Alfa Romeo e Haas. Molto dipenderà da Raikkonen e, in caso di ritiro, non si esclude la possibilità di affiancare Schumacher a Giovinazzi, con Ilott nuovo compagno di squadra di Mazepin.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


MotoGP, Marquez: “Quello che mi sta succedendo è strano”

Formula E, vittoria di Guenther in Gara-1 negli Usa