E’ in arrivo un nuovo decreto sul Green Pass. Ecco le nuove regole che potrebbero essere approvate dal Governo.

ROMA – Il Governo al lavoro per il nuovo decreto sul Green Pass. L’aumento dei contagi ha portato il premier Draghi ad accelerare sulle modifiche alla certificazione verde e, come scritto da La Repubblica, già la prossima settimana le misure potrebbero arrivare in Consiglio dei ministri.

La discussione è in corso nella maggioranza e ci sarà un confronto nella consueta cabina di regia prima di convocare il Cdm.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Green Pass, le nuove regole

In un primo momento si era parlato di un Consiglio dei ministri che doveva approvare solamente la riduzione della durata della certificazione verde e l’obbligo della terza dose ai sanitari, ma il quadro dell’epidemia sta cambiando velocemente e per questo prende piede sempre più l’ipotesi di una stretta sulla certificazione.

L’idea è quella di portare, in accordo con le regioni, delle misure molto più dure contro i No Vax. Prende quota l’ipotesi del super Green Pass o Green Pass 2G. La certificazione verde sarà rilasciata solo ai vaccinati e ai guariti dal Covid.

La stretta interesserà solo per gli aspetti della vita sociale. Quindi per accedere a bar e palestre, ad esempio, si dovrà essere guariti o vaccinati. Il mondo del lavoro resta escluso da questa stretta, quindi sarà possibili andare a lavoro anche con tampone negativo.

Green Pass
Green Pass

La durata certificazione verde e la terza dose del vaccino

Cdm che dovrebbe approvare anche la riduzione della durata della certificazione verde, che passerà da dodici a nove mese.

Non solo. Prende piede anche l’ipotesi di anticipare la somministrazione della terza dose. Molto probabilmente si arriverà a fare la terza dose cinque mesi (e non sei) dopo la seconda somministrazione.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 20-11-2021


Renzi apre la Leopolda e attacca Conte: “Dategli Rai Gulp”

Consigliere della Lega contro Liliana Segre: “Mancava lei… 75190”. Poi arrivano le scuse