Primi contatti tra la Honda e Fabio Quartararo per il 2023. Sul francese c’è anche l’interesse della Ducati.

ROMA – Primi contatti tra la Honda e Fabio Quartararo in vista del 2023. Secondo quanto riferito da formulapassion.it, nei giorni scorsi ci sarebbero stati dei colloqui tra le parti per valutare la possibilità di arrivare alla fumata bianca. L’appuntamento è fissato in inverno per sedersi ad un tavolo e capire la fattibilità dell’operazione.

Ricordiamo che sulla lista di Alberto Puig ci sono anche nomi come Joan Mir e Jorge Martin, ma al momento il francese sembra essere l’ipotesi più probabile visto il contratto in scadenza e le poche chance di rinnovare con la Yamaha.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il ruolo di Marquez e l’insidia Ducati

La trattativa, però, non sarà semplice. Il pilota francese dovrebbe prendere il posto di Pol Espargaro e la presenza di Marquez potrebbe non facilitare la fumata bianca. E’ ormai cosa risaputa che la Honda cerca di adattare la moto allo spagnolo e in più di una volta i compagni di squadra hanno trovato dei problemi. In inverno, però, si saprà di più sul futuro di Marc e, in caso di un ritiro oppure di una separazione per gli infortuni, si potrebbe trovare un accordo con maggiore facilità.

L’altra insidia è rappresentata dalla Ducati. A Borgo Panigale si valuta una coppia formata da Quartararo e Bagnaia e, per questo, le prossime settimane saranno fondamentali.

Marc Marquez
Marc Marquez

Le alternative

Le alternative in casa Honda sono Joan Mir e Jorge Martin. Suzuki e Ducati non sembrano essere intenzionati a lasciar partire i loro piloti, ma molto dipenderà dalla prossima stagione. In particolare, il secondo spagnolo ha voglia di una moto ufficiale e per questo motivo non si esclude, in caso di un cambio di strategia della Ducati, la possibilità di una separazione per andare alla Honda.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-12-2021


Come cambia l’esame della patente, le nuove regole. Sarà davvero più semplice?

Ponte Morandi, il Gup boccia la richiesta di Autostrade, Spea di essere esclusi come responsabili civili