Le ipotesi sulle regole per la riapertura delle discoteche. E’ scontro nella maggioranza. Si rafforza l’idea del green pass.

ROMA – Nessun accordo nella maggioranza ma le regole per la riapertura delle discoteche sono al vaglio del Governo. I titolari di queste strutture sono in pressing per ripartire il prima possibile e nella maggioranza sembra riproporsi il consueto scontro tra aperturisti e chiusuristi.

Nei prossimi giorni i contatti tra i partiti di maggioranza si intensificheranno e non si esclude a breve una cabina di regia da parte del premier Draghi per iniziare a programmare la ripartenza di queste strutture.

Il protocollo al vaglio del Governo e Cts

Il Comitato tecnico-scientifico nelle prossime ore dovrebbe dare il proprio parere sul protocollo presentato dalle associazioni di categoria. Il ministro Speranza, come ribadito da La Repubblica, ha fissato luglio come mese della riapertura ma sono in corso i contatti tra i singoli partiti per capire le regole da rispettare.

Le posizioni sono diverse e toccherà al premier Draghi trovare un compromesso per evitare un nuovo strappo all’interno della maggioranza. Nei prossimi giorni dovranno sciogliere i nodi sulla mascherina, sul distanziamento, sulla capienza e sull’aperto o chiuso. Al momento l’unico comune denominatore sembra essere quello del green pass.

Discoteca Ferragosto
Discoteca Ferragosto

Ipotesi cabina di regia

La discussione è in corso e presto il premier Draghi potrebbe convocare una cabina di regia per entrare nel vivo del confronto sulle regole da rispettare in discoteca. L’ipotesi al vaglio della maggioranza è quella di ripartire nel mese di luglio e per questo motivo non è escluso un nuovo decreto riaperture entro la fine di giugno.

Un provvedimento che, secondo le ultime indiscrezioni, non dovrebbe vedere presente la proroga o la rimozione dello stato di emergenza. Questo tema sarà affrontato solamente nella seconda metà di luglio e le decisioni saranno prese in base ai numeri.


Incidente sul lavoro in provincia di Roma, morto il titolare di una ditta di costruzioni

Bambino si schiaccia le dita nella porta all’asilo, indagata la sindaca