Ipotesi ritiro per Sebastian Vettel. Il pilota tedesco starebbe valutando la possibilità di appendere il casco al chiodo. Ma attenzione alle alternative.

ROMA – Ipotesi ritiro per Sebastian Vettel. A sorpresa il pilota tedesco potrebbe decidere di appendere il casco al chiodo ed iniziare una nuova avventura. Le valutazioni, anche con la sua famiglia, sono in corso ed entro il mese di settembre ci sarà la comunicazione ufficiale.

Le trattative per un rinnovo con la Aston Martin comunque sono in corso. Il team spera di arrivare alla fumata bianca anche per avere un pilota di esperienza in vista del 2022, ma non sarà semplice convincerlo.

Le ipotesi sul futuro di Vettel

In caso di mancato accordo con la Aston Martin, l’ipotesi più probabile resta quella del ritiro. Ma il nome di Sebastian Vettel stuzzica molto altri team e non si esclude la possibilità di continuare in Formula 1 con un’altra scuderia. In cima alla lista c’è sicuramente la McLaren (pronta a separarsi con Ricciardo), ma il suo nome viene valutato anche dalla Renault con Alonso alla corte di Stroll. Le riflessioni sono in corso e sicuramente il passo indietro di Vettel potrebbe mettere in grossa difficoltà la scuderia britannica.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel

Da Alonso a Ricciardo, i nomi per il post Vettel

Sono tre i nomi per il post Vettel in Aston Martin. In cima alla lista c’è sicuramente Daniel Ricciardo. Nonostante la vittoria nel GP d’Italia, la McLaren starebbe valutando la possibilità di interrompere il contratto per il contratto molto oneroso.

Ma nel mirino ci sono anche Fernando Alonso e Antonio Giovinazzi. Per il primo la strada è in forte salita visto che la Renault non sembra essere intenzionata a lasciar andare lo spagnolo. Più semplice, soprattutto in caso di rottura con l’Alfa Romeo, arrivare al pugliese. Le trattative entreranno nel vivo solamente dopo la decisione di Vettel.

ultimo aggiornamento: 13-09-2021


MotoGP, orari e info streaming del GP di San Marino

Maxi stretta sul Green Pass e sanzioni severe, in arrivo il nuovo decreto