Ipotesi Valentino Rossi in Petronas insieme al fratello Luca Marini o all’amico Franco Morbidelli. La Ducati pensa al talento spagnolo.

ROMA – Si accende il mercato dei piloti di MotoGP per il 2021. L’annuncio della Yamaha ha iniziato a muovere lo scacchiere che nelle prossime settimane potrebbe completarsi. Nelle ultime ore è nata l’ipotesi di un passaggio di Valentino Rossi in Petronas per chiudere la carriera nel migliore dei modi.

Il Dottore dovrebbe prendere il posto di Fabio Quartararo con la ‘seconda guida’ che sembra essere una sfida italiana tra Franco Morbidelli (anche lui in ottica Ducati) e Luca Marini. Non possiamo escludere, però, un possibile ritiro del nove volte campione del mondo per dare spazio ai due connazionali che potrebbero formare la coppia del futuro.

Ducati spiazzata

Chi è rimasta ‘spiazzata’ dalla mossa della Yamaha è stata la Ducati che ha bisogno di rifondare il parco piloti nel 2021. Al momento non si hanno certezze ma Danilo Petrucci non dovrebbe essere confermato. Il suo posto è conteso da diversi piloti. Il sogno ‘impossibile’ (almeno per il momento) resta Marc Marquez con il team di Borgo Panigale che continua a guardare con attenzione in Spagna visto che nel mirino ci sono sia Joan Mir (Suzuki) e Jorge Martin (oggi in Moto2).

Non mancano neanche le soluzioni interne con Johann Zarco, Pecco Bagnaia e Jack Miller che continuano ad intrigare.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (fonte foto https://twitter.com/YamahaMotoGP)

E Dovizioso…

Resta da capire anche il futuro di Andrea Dovizioso. La Ducati non sembra intenzionata a privarsene facilmente anche se la stagione 2020 rischia di essere un passaggio cruciale per la carriera del forlivese. Su di lui c’è il forte interesse della Ktm pronto a offrirgli un contratto importante per consentirgli di concludere la carriera in MotoGP.

Settimane di riflessioni per i team che a breve dovrebbero sciogliere tutti i dubbi con la pista che, come sempre, sarà un giudice insindacabile.

fonte foto copertina https://twitter.com/YamahaMotoGP


Alonso si candida per la F1. Torna nel 2021?

Formula 1, il motore della Ferrari 2020 ‘ruggisce’ per la prima volta