Iran, doppio attentato Teheran, almeno dieci morti

Doppio attentato a Teheran, la guerra su scala globale non ha fine.

TEHERAN (Iran) – Continua la lunghissima onda di sangue che sta flagellando – possiamo dirlo senza troppi dubbi ormai – le popolazioni di tutto il mondo: dal Medio Oriente all’Europa per arrivare fino in Australia si continua a morire senza soluzione di continuità, per mano di un facinoroso o di una cellula terroristica ben armata e ben organizzata, a colpi di coltello o di arma da fuoco, per l’esplosione di un ordigno rudimentale o per un camion lanciato sulla folla.

Questa mattina le luci dei riflettori tornano a illuminare l’Iran, dove un kamikaze ha fatto irruzione all’interno del Parlamento a Teheran uccidendo una delle guardie che prestava servizio e ferendo altre otto persone. Secondo le prime indiscrezioni l’uomo non avrebbe agito da solo ma sarebbe stato aiutato da due complici. Gli uomini, armati di fucili e pistole, avrebbero fatto ostaggi all’interno dell’edificio.

Mentre era in corso la sparatoria nel Parlamento, un altro attentatore è entrato in azione a pochi chilometri di distanza, nel Mausoleo dell’Ayatollah Khomeini, situato nel sud della città. Qui il kamikaze, secondo l’agenzia iraniana Fars, si sarebbe fatto esplodere provocando il ferimento di alcuni civili. Qui, sempre stando alle prime informazioni, gli uomini in azione sarebbero stati quattro.

ultimo aggiornamento: 07-06-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X