Iran, Rohani telefona a Macron: “Accordo sul nucleare non negoziabile”

Il presidente dell’Iran, Hassan Rohani, ha detto al capo di Stato francese Macron che gli accordi di Vienna non potranno essere messi in discussione.

TEHERAN – “L’accordo sul nucleare iraniano non è in alcun modo negoziabile“. Queste le parole riferite dal presidente dell’Iran, Hassan Rohani, al suo omologo francese nel corso di una telefonata. “L’Iran – ha aggiunto Rohani – non accetterà alcuna restrizione che vada oltre i suoi impegni“. Il messaggio recapitato a Emmanuel Macron è molto chiaro e giunge pochi giorni dopo la visita dell’inquilino dell’Eliseo alla Casa Bianca.

Macron e Merkel
La conferenza stampa congiunta tra Macron e Merkel (fonte foto https://twitter.com/Alessandricc)

La posizione degli Stati Uniti

Il numero uno della Casa Bianca, Donald Trump, solo pochi giorni fa ha contestato l’accordo con l’Iran sul nucleare: “E’ un disastro, un accordo terribile, che non avrebbe mai dovuto essere fatto. Se riavviano il loro programma avranno problemi più grandi che mai. In ogni luogo in cui vai nel Medioriente c’è sempre dietro l’Iran. E’ sempre presente dove c’è un problema…“.

Trump, poi, ha definito l’accordo di Vienna del 2015 come folle e ridicolo” in quanto non ha affrontato e risolto la questione dei missili balistici, considerati fonti di tensioni nell’area. In ogni caso, per il presidente degli Stati Uniti “non sarà così facile per Teheran riprendere il suo programma nucleare. Se lo fanno avranno problemi più grandi che mai…“.

Continua quindi la politica della pressione e della tensione in Medio Oriente, con Donald Trump più determinato che mai a dettare le proprie condizioni mentre dalla Corea del Nord arrivano notizie poco rassicuranti.

Un portavoce del ministro degli Esteri nordcoreano ha infatti affermato che gli Stati Uniti starebbero ostacolando la politica della distensione avviata nelle ultime settimane dal regime di Pyongyang.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-04-2018

Fabio Acri

X