Iraq, nuova offensiva dell’esercito regolare su Mosul

Iraq – Dopo due settimane di pausa è iniziata la seconda grande offensiva dell’esercito regolare iracheno per riconquistare Mosul, capitale e roccaforte dell’Isis. L’operazione è iniziata con il bombardamento dei ponti sul fiume Tigri con lo scopo di isolare i terroristi, tagliare le vie per i rifornimenti e per una controffensiva. Secondo le fonti d’agenzia locali, gli iracheni sarebbero riusciti ad arrestare Abu Al Harit Matyoute, considerato il braccio destro del Califfo Al Baghdadi.

Evacuazione dei civili

Secondo quanto annunciato nei giorni scorsi dal governo iracheno, dall’inizio dell’offensiva 137mila famiglie si sono viste costrette a lasciare le proprie case. Yasem Mohamed al Yaf, ministro iracheno dell’Immigrazione, ha inoltre comunicato che 120mila sfollati sono stati accolti negli accampamenti statali a Erbil e Duhok, nella regione autonoma del Kurdistan iracheno, e nelle province di Salahuddin e Ninive.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
evidenza iraq Isis mosul offensiva

ultimo aggiornamento: 29-12-2016


Kerry attacca Israele. Trump: “Resista, il 20 gennaio arriva presto…”

Siria, Putin annuncia il cessate il fuoco: “Firmata la tregua”