Ancora razzi su Baghdad, teatro dello scontro tra Iran e Stati Uniti. Tre missili sono stati lanciati verso la zona dell’Ambasciata americana, senza provocare vittime.

BAGHDAD – A ventiquattrore dall’attacco alla base militare di Ain Al Asas, tre missili sono caduti sulla Green Zone, la zona ultraprotetta della capitale irachena dove hanno sede diverse ambasciate tra cui quella americana. Lo rendono noto fonti della sicurezza. Reuters sul proprio sito riporta che uno dei razzi Katiuscia sarebbe caduto a 100 metri dall’ambasciata. Secondo le prime informazioni, non ci sono feriti.

https://www.youtube.com/watch?v=7YhUVmCmxB4

Baghdad sotto assedio

Come detto, l’escalation dello scontro tra Iran e Stati Uniti si sta “giocando” in Iraq, dove gli americani hanno colpito mortalmente il generale Soleimani. La rappresaglia di Teheran non si è fatta attendere e alle prime luci di mercoledì la Guardia Rivoluzionaria ha fatto scattare l’operazione “Soleimani Martire”. L’attacco alla base americana di Ain Al Asad ha provocato decine di vittime ma nessun militare sarebbe stato colpito. Secondo indiscrezioni, i servizi iracheni avrebbero avvisato gli Stati Uniti dell’imminente attacco.

Iran-Stati Uniti, tensione alle stelle

Nel frattempo, i caccia iraniani si sono mossi sorpassando il confine aereo con l’Iraq per contrastare ogni possibile attacco da parte delle forze aeree statunitensi. Non si è fatta attendere la reazione americana: caccia militari statunitensi partiti da una base Usa negli Emirati Arabi hanno sorvolato i cieli della Siria nell’area di Deir Ezzor, nell’est del Paese.


Darko Kovacevic vittima di un agguato, l’ex calciatore non è in pericolo di vita

Justin Bieber, ‘Ho la malattia di Lyme’