Terremoto Ischia, anche il piccolo Ciro è stato salvato dalle macerie

Grande paura a Ischia, dove molte persone si sono riversate in strada dopo la scossa di terremoto. I vigili del fuoco hanno salvato tre fratellini travolti dal crollo di una palazzina.

AGGIORNAMENTO 13.15 – Arrivano buone notizie da Ischia, colpita ieri sera da un violento terremoto. I vigili del fuoco, infatti, dopo sedici ore di intenso lavoro, hanno estratto dalle macerie della palazzina crollata a Casamicciola anche il giovanissimo Ciro (11 anni). Il fratellino Mattias era stato salvato in mattinata, grazie all’aiuto dello stesso Ciro.

“Dopo la scossa – ha riferito commosso il comandante della Tenenza di Ischia della Guardia di Finanza, Andrea Gentile lo ha preso e lo ha spinto con lui sotto al letto, un gesto che sicuramente ha salvato la vita a entrambi. Poi con un manico di scopa ha battuto contro le macerie e si è fatto sentire dai soccorritori”. I vicini hanno accolto con un lungo applauso il salvataggio di Ciro, piccolo-grande eroe. Ricordiamo, inoltre, che nella notte i vigili del fuoco avevano estratto vivo anche il piccolo Pasquale, il fratellino neonato di Ciro e Mattias. Il bilancio del terremoto che ha colpito Ischia è di due morti e 30 feriti. Oltre 2.600, invece, gli sfollati.

AGGIORNAMENTO 10.47 – Mentre sale il numero dei feriti, il soccorritori hanno estratto dalle macerie un bambino di soli sette mesi, fortunatamente vivo. Il salvataggio è stato accolto da un grande e commosso applauso da parte di tutti i presenti. I vigili del fuoco hanno avuto un contatto con i bambini di 3 e 5 anni.

AGGIORNAMENTO – Sale a 2 vittime e 36 feriti il bilancio del terremoto che ha colpito Ischia. Corsa contro il tempo per salvare due bambini ancora sotto le macerie a Casamicciola.

ISCHIA – Momenti di paura ad Ischia nella serata odierna per una scossa di terremoto. Centinaia di residenti e turisti sono scesi in strada per il panico mentre nel centro di Ischia porto si è registrato anche un breve black out elettrico che ha aumentato la paura dei cittadini. La terra è tremata anche in altre zone dell’isola come Forio e Barano dove sono crollati alcuni muri perimetrali.

La scossa dovrebbe essere di magnitudo 3.6. Non si registrano danni a cose o persone. Centinaia di turisti e residenti in strada: “Abbiamo avuto paura. Cadevano piatti e bicchieri, è stato terribile”.

Secondo quanto riportato dalla protezione civile l’intensità della scossa è stata di magnitudo 3.6 alle ore 20.57 ed è stata intercettata a dieci chilometri di profondità. Al momento non si registrano danni a cose o persone ma solamente tanta paura. “È andata – racconta una signora in lacrime – via la luce. Poi la terra ha cominciato a tremare. Siamo scappati tutti in strada. La gente urlava. È stato terribile“. “Abbiamo avuto – ammettono altre persone – paura, cadevano piatti e bicchieri, è stato terribile“.

Evacuato l’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Crolli a Casamicciola

Non arrivano buone notizie dalla scossa di terremoto ad Ischia. Sono molte le strutture lesionate tra cui l’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno che è stato evacuato per la presenza di crepe nel palazzo. Sono rimasti all’interno solo i 5 degenti intubati.

La situazione critica è a Casamicciola. In piazza Maio una palazzina è crollata per gli effetti della scossa. La chiesa del Purgatorio è andata distrutta, numerosi alberghi sono isolati. Vi sono diversi dispersi e feriti. Una donna anziana ha perso la vita colpita da calcinacci caduti dalla chiesa di Santa Maria del Suffragio.

ultimo aggiornamento: 22-08-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X