E’ morto Hai Shaulian per aver contratto il coronavirus. Il 57enne era il leader dei no vax in Israele. Dall’ospedale: “Non arrendetevi, lo Stato usa metodi coercitivi criminali con noi. Vogliono spazzarmi via”.

TEL AVIV – E’ morto Hai Shaulian, il leader dei no vax in Israele. Aveva 57 anni, aveva contratto il coronavirus.

Hai Shaulian, fino all’ultimo contro il vaccino

Uno dei più noti organizzatori di proteste in Israele contro Green pass, mascherine e vaccini, aveva di recente pubblicato su Facebook una sua foto scattata all’ospedale di Holon, dove era collegato al ventilatore polmonare. “Non arrendetevi, lo Stato usa metodi coercitivi criminali con noi. Vogliono spazzarmi via“, si legge nella didascalia dell’immagine. Shaulian ha poi rincarato la dose, affermando: “Il Green pass non verrà introdotto in Israele. Non ha nulla a che fare con il coronavirus e non ha nulla a che fare con i vaccini, ma ha a che fare con la coercizione. Continuate a combattere“.

Le condizioni di salute

Nell’ultimo messaggio, Hai Shaulian aveva scritto circa le sue condizini di salute: “Cari amici, le mie condizioni sono estremamente critiche, non posso parlare o rispondere alle persone. Non ho ossigeno e non riesco a stabilizzarmi. Mi sono svegliato questa mattina bagnato fradicio come se qualcuno avesse lanciato diversi secchiate d’acqua. Mi ci è voluta circa un’ora per capire chi sono, dove sono e cosa ci faccio qui. La mancanza di ossigeno è una cosa orribile“.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

https://www.youtube.com/watch?v=77bYhIdUSEo


15 settembre 2001, cambia la vita di Alex Zanardi: l’incidente a Lausitzring

Vaccino Covid, cosa cambia tra dose addizionale e dose booster (e chi deve farle)