Pareggio a reti bianche per l’Italia Under 21 di Luigi Di Biagio che si ferma sullo 0-0 contro l’Austria.

Pareggio a reti bianche per gli Azzurrini di Luigi Di Biagio che contro l’Austria non vanno oltre lo 0-0.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Italia-Austria Under21 0-0: l’analisi della partita

L’Italia ha giocato a sprazzi, spingendo sull’acceleratore ma solo a intermittenza, senza riuscire a scardinare la difesa austriaca. Se l’attacco non punge la difesa non regala al tecnico le sicurezze sperate. Tanti gli errori di reparto e individuali che hanno regalato occasioni importanti a un’Austria accorta ma non rinunciataria. Insufficiente anche il centrocampo azzurro, troppo compassato e prevedibile, che ha prediletto il possesso palla a volte sterile invece che tentare di innescare gli uomini d’attacco.

Italia-Austria Under21 0-0: il tabellino

TALIA (4-3-3): Audero; Calabria (82′ Adjapong), Bonifazi (82′ Romagna), Luperto, Pezzella (70′ Dimarco); Murgia (70′ Valzania), Mandragora, Locatelli (82′ Tonali); Orsolini, Cutrone, Bonazzoli (70′ Moncini).

AUSTRIA (4-2-3-1): Schlager; Ingolitsch, Maresic, Ljubicic, Ullman; Ljubic (61′ Kalajdzic), Danso; Lovric, Honsak, Horvath (82′ Kvasina); Grbic (61′ Schmidt).

Luigi Di Biagio: Dovevamo fare gol

Deluso Luigi Di Biagio al termine della partita. Il tecnico ha sottolineato le pecche di una squadra comunque valida chiamata a riscattarsi contro la Croazia.

“Abbiamo fatto una buona mezz’ora, poi ci siamo un po’ disuniti: abbiamo spesso perso delle palle ingenuamente e abbiamo perso un po’ di certezze in una gara in cui soprattutto all’inizio potevamo fare gol. I ragazzi a volte hanno fatto delle cose sulle quali avevamo lavorato, altre volte no: c’è da lavorare, ma sono arrivate buone risposte da parte di qualcuno. Con la Croaziasarà una partita diversa, con una squadra che gioca un calcio diverso e palleggia di più”.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 21-03-2019


Milan, continua la dinastia Maldini in Nazionale: largo a Daniel

Gattuso: “Milan un sogno. Liverpool? Un incubo, Galliani…”