Italia, Buffon: “Rispetto per la Svezia, ma noi…”

Il capitano della Nazionale: “Ricorodo l’Europeo del 2004, ma anche quella antecedente. La Svezia merita rispetto“.

chiudi

Caricamento Player...

Vigilia di spareggio con la Svezia per l’Italia. Intervenuto in conferenza stampa al fianco di Ventura, ha parlato il capitano azzurro Gigi Buffon. Queste le sue dichiarazioni, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Il Mondiale è uno stimolo. Quella di domani, se dovesse andare bene, è una gara che mi darà gioia. Se dovesse andare male… meglio non parlare. La Svezia? Mi ricorod la gara dell’Europeo del 2004. Fu un pareggio. Qui giocammo anche prima del Mondiale del ’98. Insomma, è una Nazionale che merita rispetto“.

Buffon: “Il Var domani poteva essere utile

Il portierone della Nazionale ha quindi proseguito: “Non utilizzare il Var è un anacronismo, anche perché in Italia se ne sta facendo un buon uso, e in partite come quella di domani potrebbe essere utile. Rispettiamo la Svezia, ma tra noi e loro c’è una storia diversa. Nella Svezia non c’è più Ibrahimovic, che sapeva risolvere la partita con una giocata, ma che accentrava il gioco. Ora invece i giocatori sono liberi, giocano più come squadra“. Impossibile non terminare con un abattuta sul famigerato ‘biscotto’ del 2004: “Non lo ricordo più, sono passati tanti anni e noi siamo usciti da quel torneo perché non avevamo fatto bene prima e non per il biscotto“.