Italia, Chiellini: “Non so se giocherò ancora in Nazionale, dobbiamo ripartire dai giovani”

Il difensore della Juventus: “Vanno fatti i complimenti alla Svezia, abbiamo dato tutto ma non è bastato“.

chiudi

Caricamento Player...

L’eliminazione con la Svezia ha dato l’avvio alla rivoluzione azzurra. Dopo l’addio di Buffon, Barzagli e anche di De Rossi, è toccato a Giorgio Chiellini mettere in dubbio il suo prosieguo in Nazionale ai microfoni di Rai Sport: “Abbiamo meritato di uscire, non sono uno che si attacca alla fortuna o alla sfortuna, o all’arbitro. Vanno fatti i complimenti a loro, abbiamo dato tutto ma evidentemente in questo momento non basta. Si deve ripartire dall’amore che l’ambiente ci ha dimostrato sia oggi che in passato. Oggi eravamo orgogliosi di quello che c’era intorno a noi e ancora più dispiaciuti per il risultato. Abbiamo tanti ragazzi che nei prossimi anni avranno ancora bisogno di questo calore e di questo appoggio. Dopo una caduta del genere ci sarà molto da lavorare, ma chiediamo che questo amore non finisca mai“.

Chiellini: “Non so se l’Italia ricomincerà da me

Il difensore juventino ha quindi proseguito: “L’Italia ricomincerà da Chiellini? Non lo so, credo che rinascerà da Verratti e da altri anni Novanta che cresceranno e avranno la fortuna di fare il prossimo Europeo. Sono sicuro che se quello che si è visto stasera continueranno a percepirlo ci sarà una crescita importante e si vedrà questo come un punto zero per rinascere. Erano sessant’anni che non mancavamo il Mondiale, bisogna farsi un esame di coscienza e ripartire perché il calcio deve tornare di tutti“.