Italia, la conferenza stampa di Pellegrini: “Stanchi di veder vincere gli altri”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

La conferenza stampa di Pellegrini a pochi giorni dalla sfida con l’Inghilterra, seconda amichevole azzurra di marzo.

Dopo la deludente sfida con l’Argentina, l’Italia è pronta a rifarsi contro l’Inghilterra. A due giorni dalla sfida ha parlato in conferenza stampa uno dei futuri pilastri della Nazionale azzurra: Lorenzo Pellegrini.

Queste le dichiarazioni del centrocampista della Roma in conferenza stampa, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Al mio futuro non ho pensato, ma non dipenderà dalla qualificazione in Champions della Roma. Certo, è importante per un giovane che vuole crescere giocare partite di alto livello. A Roma sto bene, vincere trofei resta il primo obiettivo di ogni giocatore. De Rossi e Totti in giallorosso si sono tolti le loro soddisfazioni e dicono che vincere a Roma vale dieci vole di più che vincere altrove. Io questo non lo so, spero di scoprirlo presto“.

La conferenza stampa di Pellegrini

Il giovane mediano ha quindi proseguito: “Sento nell’aria che tutti vogliamo lasciare il segno, anche se non è semplice e non succede da una mattina alla sera. L’importante non è vincere le amichevoli, ma recuperare un’identità di gruppo. Il lavoro paga sempre. E non è il caso di crearsi troppi problemi, abbiamo una squadra forte. Non dobbiamo pensare troppo, ma ricompattarci. Ci siamo stancati di veder sempre gli altri vincere o arrivare più lontani. La mancata qualificazione deve essere il punto di ripartenza“.

Italia, Pellegrini: “Buffon capitano vero

Dopo la sconfitta con l’Argentina, però, il morale in Italia non è altissimo. Pellegrini: “Possiamo migliorare molto nella gestione della palla, magari rubando da altri quello che al momento non abbiamo. I vari Lo Celso, Bustos, Lanzini non hanno molto più di noi, se non un po’ di esperienza internazionale. Messi un’icona? Sarebbe bello iniziare a batterlo da subito, magari già la settimana prossima. Buffon è un capitano vero, anche per chi è qui da poco nonostante i vent’anni di differenza“.

GIANLUIGI BUFFON
GIANLUIGI BUFFON

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 25-03-2018

Mauro Abbate