Manovra-Bis, c’è un piano del governo

Governo, la manovra-bis è uno spettro che aleggia negli uffici del Ministero dell’Economia. Giovanni Tria valuta le operazioni ‘emergenziali’.

Nonostante le dichiarazioni ovviamente di rito di Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, all’interno del governo la parola Manovra-Bis non è tabù. I ministri hanno ovviamente preso in considerazione lo scenario e il ministro dell’Economia Giovanni Tria predica prudenza. Tutti – è bene chiarirlo – confidano nella manovra economica vagliata ma nessuno è così miope da non prendere in considerazione l’ipotesi di dover intervenire per correggere il tiro.

GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI
GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI

Governo, Manovra-Bis difficile ma non impossibile: (quasi) tutti la negano ma Giovanni Tria predica prudenza

Giovanni Tria, ministro dell’Economia e mina vagante senza partito all’interno del governo non ha escluso la necessità della manovra correttiva. Ha detto e ribadito che è prematuro parlarne adesso. Il prossimo cambio della commissione europea gioca a favore del governo italiano, che avrà tempo almeno fino al prossimo mese di ottobre per portare a casa i risultati necessari almeno ad evitare l’aumento dell’Iva.

Tria, lungimirante e capace nel suo lavoro, avrebbe chiesto una preventiva revisione delle agevolazioni fiscali, un’arma a doppio taglio che comporterebbe uno scomodo aumento della tasse che troverebbe la ferma opposizione sia della Lega che del Movimento Cinque Stelle.

Giovanni Tria
fonte foto https://twitter.com/Assolombarda

Governo al lavoro per evitare una manovra correttiva: è prematuro parlarne ma il rischio è concreto

Ovviamente sono diverse le vie di fuga ipotizzate dal governo per impedire una manovra-bis o almeno per limitare i danni nel caso in cui si renda necessaria una manovra correttiva

ultimo aggiornamento: 24-02-2019

X