Italia-Liechtenstein 6-0: la cronaca e le parole di Mancini

Vittoria tennistica dell’Italia sul Liechtenstein: 6-0 con doppietta storica di Quagliarella

Italia-Liechtenstein 6-0: la cronaca del match e le dichiarazioni di Roberto Mancini.

Partita semplice sulla carta (e non solo) per l’Italia di Roberto Mancini che scende in campo con il giusto piglio soprattutto per rispondere alle critiche e migliorare la media realizzativa di una squadra accusata di segnare poco.

Italia-Liechtenstein, il primo tempo

Inizio di partita a tinte azzurre con la prima occasione per l’Italia che arriva dopo appena tre minuti di gioco e porta la firma di Fabio Quagliarella che ci prova con una conclusione da fuori neutralizzata dal portiere. La seconda palla gol arriva dopo un paio di minuti, con Sensi che lascia partire un destro a giro fuori di poco.

La partita si sblocca al 17′ minuto grazie al gol di Sensi che raccoglie un cross dalla sinistra di Spinazzola e di testa porta in vantaggio la Nazionale con un un gol di pregevole fattura.

L’Italia segna ma non molla la presa e sfiora il raddoppio al 21′ con Quagliarella che da distanza ravvicinata trova l’opposizione del portiere, bravo a chiudere lo specchio della porta in uscita.

Il secondo gol dell’Italia arriva alla mezz’ora ed è un pezzo di bravura di Marco Verratti che entra in area di rigore dalla sinistra, si libera di due avversari in un fazzoletto di campo e lascia partire un piattone destro che non lascia scampo al portiere.

Passano tre minuti e l’Italia trova il terzo gol con la storica rete di Fabio Quagliarella che trasforma un calcio di rigore assegnato per un fallo di mano. Conclusione forte e centrale del bomber azzurro che diventa il marcatore più anziano nella storia della Nazionale Azzurra con i suoi trentasei anni.

La prima conclusione del Lichtenstein arriva al minuto quarantadue con una conclusione mancina di Polverino che termina docile tra le braccia di Sirigu. Sul ribaltamento di fronte Azzurri a un passo dal quarto gol con Kean che lascia partire un destro dal limite dell’area piccola e il pallone che si stampa sulla traversa.

Nel primo e unico minuto di recupero del primo tempo cala definitivamente il sipario sulla partita con il calcio di rigore concesso agli azzurri per un secondo fallo di mano, questa volta da rosso diretto perché sulla linea di porta a portiere ormai battuto. Calcio di rigore affidato ancora una volta a Fabio Quagliarella che calcia forte e angolato e fa quattro a zero.

Italia
Italia

Italia-Liechtenstein, il secondo tempo

Il secondo tempo segue il canovaccio tattico della prima frazione di gara con l’Italia che macina gioco e il Lichteinstein che prova a limitare i danni, Azzurri vicini al gol prima con Zaniolo e poi con Romagnoli primi quindici minuti di gara.

Il quinto gol azzurro porta la firma di Moise Kean che di testa gira in rete un pallone vagante al limite dell’area piccola.

Insaziabile la formazione di Mancini che fa sei a zero con Pavoletti, entrato al posto dell’applauditissimo Quagliarella.

Roberto Mancini: Risultato scontato era importante fare gol

Era importante la concentrazione, il risultato non era in pericolo dall’inizio. Era importante giocare come se fosse una partita vera, non più debole del solito. Spero che gli esordienti rimangano tanto in Nazionale. A giugno Bosnia e Grecia saranno partite fondamentali per il gruppo. Mario Balotelli? Non ho letto di queste cose e penso che per nessuno di noi sia un problema. Non deve rimanerci male, non può piacere a tutti“.

ultimo aggiornamento: 27-03-2019

X