Manifestazione degli studenti contro la Maturità e la regionalizzazione

Scuola, manifestazione degli studenti contro la Maturità e la regionalizzazione

Scuola, manifestazione degli studenti italiani contro il nuovo esame di maturità e contro la regionalizzazione dello studio.

Archiviate le prime simulazioni di prima prova che hanno dato agli studenti italiani un primo assaggio del nuovo esame di maturità in vigore dall’anno scolastico 2018-2019, gli studenti hanno deciso di scendere in piazza per manifestare contro i tagli all’istruzione e contro il nuovo modello di esame che dovranno affrontare ormai tra pochi mesi.

Scuola, manifestazione degli studenti contro la regionalizzazione e contro il nuovo esame di Maturità

La grande manifestazione ha chiamato a raccolta migliaia di maturandi – ma non solo – che si sono dati appuntamento in trenta piazze italiane per esprimere il loro dissenso mandando un messaggio chiaro al MIUR.

Tra i motivi che hanno spinto gli studenti a manifestare, oltre al nuovo modello dell’esame di maturità, anche i tagli all’istruzione e la possibile “distruzione del sistema nazionale di diritto allo studio“, questione legata all’autonomia delle Regioni, nodo che sta dividendo Lega e Movimento Cinque Stelle.

Manifestazione degli studenti
Fonte foto: https://twitter.com/GiulioMarcon1

I motivi della protesta

La regionalizzazione della scuola senza una legge nazionale sul diritto allo studio è un’impresa tutta leghista che ignora il definanziamento della scuola pubblica nel Paese e conferma il tradimento di questo Governo nei nostri confronti“, ha dichiarato Giulia Biazzo (coordinatrice nazionale dell’Unione degli studenti) come riportato dall’Ansa.

Giulia Biazzo ha poi parlato della poca democrazia nel mondo dell’istruzione a causa degli ultimi provvedimenti messi in atto dal governo:

“Della democrazia non c’è traccia: la Riforma della maturità ne è esempio con l’introduzione delle prove invalsi al quinto anno, l’eliminazione della tesina e la centralità dell’alternanza scuola-lavoro rendono inaccettabile il nuovo esame di maturità. È l’ennesima riforma che non dà risposte ai problemi reali della scuola e che non prende in considerazione il punto di vista studentesco”.

ultimo aggiornamento: 22-02-2019

X