Pallanuoto, l’Italia maschile alle Superfinal di World Legue. Nella ‘finalina’ europea battuta la Spagna.

ROMA – L’Italia maschile alle Superfinal di World League di pallanuoto. Il Settebello nella finalina per il terzo posto nella fase europea sono riusciti ad avere la meglio per 9-8 e ottenere il pass per il prossimo turno. Si tratta di una competizione importante per testare la squadra in vista delle prossime Olimpiadi.

Le parole di Campagna – Soddisfatto il ct Campagna nel post partita: “La reazione mi è piaciuta – ha ammesso il commissario tecnico azzurro – dopo la sconfitta contro il Montenegro ho cercato di dare coraggio ai ragazzi, perché stavamo giocando bene e dovevamo aggiustare alcune cose. Nel terzo tempo si è visto il nostro gioco e lo abbiamo vinto di due gol di scarto […]. La qualificazione vale l’opportunità di fare sei partite importanti prima delle Olimpiadi. In vista dei Giochi dovremmo fare una preparazione estiva molto impegnativa“.

World League Pallanuoto, il resoconto di Italia-Spagna

Una partita che si è decisa nella seconda parte della sfida. La squadra iberica nel secondo tempo era riuscita a mettere due gol di scarto. Un allungo che il Settebello è stato capace ad annullare nel quarto successivo per poi giocarsi alla pari l’ultimo tempo. Una vittoria che ha permesso agli azzurri di conquistare il terzo posto nel torneo europeo e ottenere il pass per il turno mondiale. Una manifestazione destina a testare la squadra azzurra in vista delle Olimpiadi, vero obiettivo di questa stagione.

Fin
fonte foto https://www.facebook.com/Federnuoto/

Il tabellino

Di seguito il tabellino di Italia-Spagna 9-8 (2-2 0-2 3-1 4-3)

Italia: Del Lungo (GK), Di Fulvio F. 1, Luongo 2, Fondelli A. 1, Di Somma E., Alesiani, Presciutti N. 1, Echenique 3, Figari, Napolitano, Bruni L., Dolce, Nicosia (GK). Coach Campagna

Spagna: Lopez D. (GK), Munarriz 1, Granados, Famera 1, Sanahuja 1, Larumbe, Barroso 1, Fernandez, Cabanas, Perrone, Mallarach 3, Bustos 1, Aguirre (GK). Coach Martin

Arbitri: Zwart (Olanda) e Ohme (Germania)

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Federnuoto/


Le Olimpiadi di Tokyo non sono garantite

Dakar, vittorie di Brabec e Al Rajhi nella settima tappa