Italia pronta a brillare agli Europei di nuoto 2023: focus sulle gare chiave
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Italia pronta a brillare agli Europei di nuoto 2023: focus sulle gare chiave

Italia pronta a brillare agli Europei di nuoto 2023: focus sulle gare chiave

Le speranze di medaglia dell’Italia agli Europei di Nuoto in Vasca Corta 2023 a Otopeni, analisi dettagliata degli atleti chiave.

Dal 10 dicembre, gli occhi del mondo del nuoto saranno puntati su Otopeni, in Romania, per la 22ma edizione degli Europei di nuoto in vasca corta. Questo evento chiuderà un anno ricco di successi per gli atleti italiani, in attesa dei Mondiali di Doha nel 2024. Con 30 atleti in gara, l’Italia cerca di superare le proprie prestazioni, nonostante le assenze di Sara Franceschi e Lisa Angolini.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Le speranze italiane sono alte, in particolare nelle staffette, con quattro diverse competizioni in programma: 4×50 m stile libero e mista per uomini e donne, oltre alle versioni mixed. Thomas Ceccon, pur non gareggiando nello stile libero e nel dorso, avrà un ruolo cruciale nei 100 e 200 misti e nelle staffette.

Nuotatrice, vasca piscina nuoto

Focus su Alberto Razzetti: un talent in ascesa

Alberto Razzetti, dopo aver impressionato a Riccione con record italiani, è uno dei principali candidati per le medaglie nei 200 e 400 misti e nei 200 farfalla. La sua recente vittoria a Kazan lo rende un contendente formidabile nelle sue specialità.

Atleti da tenere d’occhio: Martinenghi, Pilato e Mora

Nelle gare individuali, Nicolò Martinenghi e Simone Cerasuolo si prospettano come possibili medagliati nella rana, così come Benedetta Pilato, che mira a confermare i suoi risultati a Riccione. Nel dorso, Lorenzo Mora è pronto a far valere le sue qualità, con Margherita Panziera tra le favorite se in forma. Alessandro Miressi, uscito rinfrancato da Riccione, si appresta a sfidare atleti del calibro di David Popovici e Maxime Grousset nello stile libero.

Simona Quadarella si troverà a confrontarsi con Anastasiya Kirpichnikova nelle distanze che vanno dai 400 ai 1500 stile libero, mentre Matteo Rivolta cercherà di lasciare il segno nel delfino, nonostante alcuni dubbi sulla sua forma attuale.

L’assenza di Gregorio Paltrinieri, che ha optato per le acque libere, potrebbe essere un punto di svolta per la squadra italiana, che cerca di capitalizzare su ogni opportunità per assicurarsi un posto sul podio.

In conclusione, gli Europei di nuoto in corta rappresentano una tappa fondamentale per gli atleti italiani, che ambiscono a confermare e superare i successi passati. Con una squadra equilibrata e talenti emergenti, l’Italia si prepara a lasciare un’impronta significativa in questo evento prestigioso.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2023 20:44

MotoGP 2024: ecco come cambia la griglia per il prossimo campionato

nl pixel