La scure dell’Ue sui conti del governo: Italia a rischio multa

L’Ue pronta ad aprire una procedura d’infrazione per debito nei confronti dell’Italia che rischia una sanzione da 3,5 miliardi di euro.

Debito, Italia a rischio multa dall’Ue. Neanche il tempo di assimilare il voto della elezioni europee che il governo italiano deve fare i conti con la vecchia Europa.

Giuseppe Conte Matteo Salvini Luigi Di Maio
Roma 05/06/2018 – Senato della Repubblica voto di fiducia al nuovo Governo / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte-Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Debito, Ue pronta ad aprire una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia

Stando a quanto emerso dall’Ansa, entro la fine della settimana la Commissione europea manderà una lettera al governo italiano chiedendo spiegazioni sul debito del governo e sulle intenzioni legate al deficit.

Il debito del Paese è salito nonostante i moniti dell’Ue, che già dal 2018 ha messo in guardia il Ministero dell’Economia.

Le ultime stime sul Pil inoltre non aiutano. L’Italia dovrebbe far registrare una crescita minima nel 2019.

Banca centrale europea
Fonte foto: https://www.facebook.com/Banca-Centrale-Europea

Per l’Italia una possibile multa da 3,5 miliardi di euro da parte dell’Ue

Bloomberg ha fatto sapere l’Ue sarebbe intenzionata punire il governo italiano aprendo una procedura di infrazione per il debito. L’agenzia parla addirittura di cifre parlando di una multa da 3,5 miliardi di euro.

Sale lo spread

La notizia ha avuto ovviamente ripercussioni sullo spread, salito in pochi minuti sfondando la quota dei 280 punti.

La risposta di Matteo Salvini: Multa? Parametri vecchi e superati

La notizia di una possibile multa all’Italia da parte dell’Ue è stata prontamente commentata da Matteo Salvini, fresco vincitore delle Elezioni europee per quanto riguarda l’Italia.

“È in arrivo una lettera della commissione Europea sull’economia del nostro Paese e penso che gli italiani diano mandato a me e al governo di ridiscutere in maniera pacata parametri vecchi e superati”.

ultimo aggiornamento: 28-05-2019

X