Spread basso, l'Italia vuole tagliare le tasse con i risparmi

L’Italia sfrutta lo spread basso per tagliare le tasse?

Tagliare le tasse sfruttando i soldi risparmiati dall’abbassamento dello spread. L’Italia prova a sfruttare i buoni rapporti con l’Europa.

L’Italia vuole tagliando le tasse sfruttando lo spread basso. Il piano è tanto semplice quanto efficace. La fine del governo gialloverde e l’inizio di quello giallorosso ha fatto piacere all’Europa, ai consumatori e ai mercati. E così prima ancora che il premier incaricato sciogliesse la riserva lo spread italiano è sceso ai minimi della storia recente.

L’Italia vuole tagliare le tasse sfruttando i soldi risparmiati dal calo dello spread

Il progetto non è nuovo e non è complesso per quanto riguarda la realizzazione. Si procederebbe con la creazione di un salvadanaio nel quale andrebbero i soldi risparmiati grazie all’abbassamento dello spread.

L’idea era stata presentata anche nel corso del primo governo Conte e si pensava potesse finanziare la flat tax voluta da Matteo Salvini. Come noto però, l’esecutivo giallorosso non aveva proprio il favore di Bruxelles.

La speranza di Gualtieri è che il progetto possa decollare grazie alla nuova stagione politica che invece sembra aver trovato subito la giusta intesa con l’Europa di Ursula von der Leyen.

Parlamento Europeo
Parlamento Europeo

Il ruolo di Paolo Gentiloni

Per blindare il rapporto tra l’Italia e Bruxelles Giuseppe Conte ha messo sul tavolo della von der Leyen il nome di Paolo Gentiloni, commissario Ue indicato dal governo giallorosso. La speranza è che la nuova Europa possa concedere al candidato italiano un ruolo di spicco che possa fare comodo anche al governo di Roma. La speranza di tutti i paesi è concentrata sul portafoglio della Affari economici, e non è un caso che la concorrenza sia particolarmente serrata.

ultimo aggiornamento: 09-09-2019

X