Il Ponte dell’Immacolata è ormai alle porte. Oltre 10 milioni di italiani in viaggio: giro d’affari di 3,2 miliardi di euro.

ROMA – Il Ponte dell’Immacolata è ormai arrivato. Dopo un dicembre dello scorso anno trascorso per la maggior parte degli italiani in zona rossa, i cittadini sono pronti a lasciare la propria città per trascorrere un periodo di relax in attesa del Natale.

Secondo i numeri di Federalberghi, riportati da Sky TG24, i cittadini che hanno deciso di andare a passare qualche giorno fuori dalla propria abitazione sono oltre 10 milioni per un giro d’affare di 3,2 miliardi di euro.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’Italia la meta preferita

L’Italia resta la meta preferita dei cittadini. Secondo tutti gli ultimi dati, oltre il 92% dei nostri connazionali ha scelto di trascorrere questo periodo nel nostro Paese mentre solo il 7% all’estero. Un numero sicuramente condizionato dalla pandemia e dalla variante Delta.

Giorni di vacanza che porteranno gli italiani a spendere una spesa media intorno ai 416 euro compresi anche il trasporto, alloggio, cibo e attività di divertimento. I numeri sicuramente sono in continuo aggiornamento e già nei prossimi giorni non si escludono delle cifre più alte o più basse di questi attuali.

Coronavirus
Coronavirus

Bocca: “Gli italiani hanno dimenticato le difficoltà”

I dati sono stati commentati da Bernarbò Bocca, presidente di Federalberghi: “Gli italiani hanno deciso di partire per dimenticare per un attimo le difficoltà […]. E hanno preferito concentrarsi su quel che si può, ovvero una piccola e benefica vacanza […]“.

Il nostro turismo interno segna un oltre il 92% di viaggiatori italiani che partiranno per il Ponte dell’Immacolata – ha aggiunto – questo è sicuramente un segnale da non trascurare e soprattutto da considerare fondamentale per le strategie future. A mio avviso è sicuramente una buona notizia per la stagione invernale e soprattutto le imminenti festività natalizie […]“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-12-2021


Fmi: “In Europa ripresa rapida ma è forte il rischio diseguaglianze”

Imu, scadenza il 16 dicembre. Le esenzioni: chi non deve pagare