Italiano ucciso in Repubblica Dominicana: un fermo

Italiano ucciso in Repubblica Dominicana: un fermo

Un 57enne italiano è stato ucciso in Repubblica Dominicana. Per l’omicidio le autorità locali hanno fermato il socio d’affari.

BOCA CHICA (REPUBBLICA DOMINICANA) – Un 57enne italiano è stato ucciso in Repubblica Dominicana. L’omicidio è avvenuto nel pomeriggio italiano di domenica 20 ottobre 2019. Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, la vittima si trovava in auto con la moglie quando è stato raggiunto dai due sicari che lo hanno colpito con diversi proiettili di arma da fuoco. Illesa la compagna che si trovava sul lato passeggero.

Immediata la chiamata ai soccorsi. Il personale medico ha cercato di stabilizzare l’uomo. Le condizioni, però, erano molto gravi e il nostro connazionale è morto poco dopo in ospedale. Autorizzata l’autopsia per cercare di accertare le cause del decesso.

Italiano morto in Repubblica Dominicana

Nicola Gerosa, questo il nome della vittima, viveva ormai in Repubblica Dominicana da diverso tempo. Originario della Valtellina, il 57enne si era trasferito per motivi di lavoro in questa nazione dove si è sposato con una donna del posto. Una carriera imprenditoriale per la vittima che era proprietario di due locali.

E mentre stava andando in uno di questi è stato ucciso da due sicari. L’uomo era insieme alla moglie in macchina quando due vetture gli si sono affiancati e colpendo con diversi proiettili di arma da fuoco. A nulla sono serviti i soccorsi, il 57enne è morto in ospedale.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

Un fermo

Le indagini si sono subito concentrati sugli affari e nelle ultime ore è stato fermato il socio connazionale. Si tratta del 42enne Cristian Besane che è stato sottoposto ad un interrogatorio. Al momento non si hanno notizie di arresti ma nelle prossime ore ci potrebbero essere ulteriori novità.

La Farnesina ha avviato i contatti con il consolato italiano per cercare di capire meglio i dettagli della vicenda e i tempi per un possibile rimpatrio della salma.

ultimo aggiornamento: 20-10-2019

X