La Corte costituzionale ha emesso quest’oggi le proprie decisioni riguardanti l’Italicum, adesso legge elettorale applicabile

Le tanto attese sentenze della Corte costituzionale sull’Italicum sono giunte quest’oggi e possono essere riassunte in due punti: il ballottaggio viene bocciato, il premio di maggioranza rimane, i capilista eletti in più collegi si vedranno assegnati attraverso il sorteggio. Da questo momento, dunque, l’Italicum diventa una legge elettorale immediatamente applicabile.

Le reazioni dei partiti

Secondo quanto appreso dall’Ansa, Matteo Renzi sarebbe molto soddisfatto per l’esito della sentenza, che conferma quasi appieno l’Italicum. La linea dettata dall’ex premier ai suoi sarebbe questa: “Basta melina, il Pd è per il Mattarellum, i partiti dicano subito se vogliono il confronto. Altrimenti la strada è il voto“. Anche Grillo sarebbe più che soddisfatto, come dimostrato dal consueto post sul proprio blog, intitolato ‘Habemus Legalicum’: “La Corte costituzionale ha tolto il ballottaggio, ma ha lasciato il premio di maggioranza alla lista al 40%. Questo è il nostro obiettivo per poter governare. Ci presenteremo agli elettori come sempre senza fare alleanze con nessuno“.

Salvini: “Italicum applicabile, al voto subito

Matteo Salvini, leader della Lega, ha mostrato la propria soddisfazione su Twitter: “Legge eletorale subito applicabile, dice la Consulta. Non ci sono più scuse: parole agli italiani!! Se sei d’accordo, rilancia #VOTOSUBITO“. Sulla stessa linea Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia: “Ora che abbiamo una legge elettorale non ci sono più scuse: sabato 28 gennaio tutti in piazza a Roma per chiedere elezioni subito“. In una nota, invece, da Forza Italia commentano così: “La decisione della Corte costituzionale in merito all’Italicum cancella definitivamente il ballottaggio, bandiera di Renzi e del renzismo. Aveva ragione il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: la totale difformità tra il sistema elettorale della Camera dei deputati e quello del Senato necessita un deciso intevento parlamentare per armonizzare i due sistemi di voto“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Roma, Raggi indagata per la nomina di Marra. La sindaca: “Sono serena, ho fiducia nella magistratura”

Beppe Grillo: “Virginia Raggi è serena, io non posso che esserle vicino”