Ius Soli, salta il voto a settembre. Luigi Zanda: “Non c’è la maggioranza ma rimane priorità”

Si è concluso con una fumata nera l’incontro odierno tra i Capigruppo a Palazzo Madama. Lo Ius Soli non è in calendario a settembre.

chiudi

Caricamento Player...

ROMA – Si è conclusa con una fumata nera la Conferenza dei Capigruppo a Palazzo Madama per quanto riguarda lo Ius Soli. Il ddl riguardante gli immigrati non compare nel calendario dei lavori dell’Aula del Senato al termine dell’incontro di oggi convocato per decidere proprio il calendario dei lavori dell’Assemblea.

Luigi Zanda: “Lo Ius Soli rimane priorità ma al momento non c’è la maggioranza”

Al termine dell’incontro odierno il capogruppo dei senatori del Partito Democratico Luigi Zanda ha dichiarato che “lo Ius Soli rimane un obiettivo prioritario ed essenziale del PD. I gruppi che hanno votato il provvedimento alla Camera mostrano di non volerlo votare al Senato“. “Noi – continua – vogliamo approvare questa legge e per farlo è necessario il dibattito ma soprattutto per i voi. Non va bene portarlo in Aula e poi non farlo approvare“. In conclusione Luigi Zanda ha risposto ai giornalisti che gli hanno chiesto chiarimenti su un possibile cambiamento delle posizioni politiche: “Credo – dice – che la maggioranza ci sarà anche in Senato dopo esserci stata alla Camera“.

Lo Ius Soli potrebbe rientrare nei lavori di ottobre ma si deciderà tutto nelle prossime settimane.