La Jaguar F-Pace ha fatto il debutto ufficiale allo IAA, il Salone dell’auto che si tiene in questi giorni a Francoforte. Già ampiamente anticipata con foto e video non ha deluso le aspettative.

La tanto attesa e chiacchierata F-Pace, primo Suv del Giaguaro, è apparsa finalmente in versione definitiva allo IAA di Francoforte (si conclude il 27 settembre) dopo che negli ultimi mesi è stata “centellinata” attraverso un’abile campagna di marketing con foto “rubate”, video “vedo e non vedo” e quant’altro fosse necessario a mantenere vivo l’interesse e a fare crescere l’attesa. Per chi si fosse perso le anticipazioni foto e video di Auto e Lusso clicca Qui.

Va detto subito che, vista dal vivo, la Jaguar F-Pace non ha deluso le aspettative. Il fascino e lo stile del brand sono stati rispettati, così come le caratteristiche dinamiche e la raffinatezza degli interni. Al top della categoria anche la tecnologia di bordo e l’infotaintment.

L’impronta è sportiva, ma nel contempo elegante. Quest’ultima si riscontra soprattutto nell’abitacolo, particolarmente spazioso e felice connubio tra la classe tipica del brand e la ricerca di soluzioni d’avanguardia sul fronte hi-tech, come i dispositivi d’infotaintment avanzati, che possono interagire anche con il display Tft da 12”, che nelle versioni top di gamma prende il posto della tradizionale strumentazione. La Jaguar F-Pace è inoltre dotata di un dispositivo che permette di chiudere e aprire la vettura tramite uno speciale braccialetto da indossare che rende superfluo tenere in tasca la chiave.

La Jaguar F-Pace è ovviamente un concentrato di raffinate tecnologie anche sul fronte che è riduttivo chiamare “meccanico”. Il sistema di trazione integrale prevede una ripartizione della motricità che in condizioni normali privilegia l’invio della coppia alle ruote posteriori, per esaltare le doti sportive proprie del marchio, alle quali contribuisce anche il sofisticato sistema di sospensioni derivato da quello delle F-Type e integrabile con il sistema d’ammortizzamento a controllo elettronico e con cerchi con misure sino a 22”. Il tutto s’integra con i settaggi del Driving Control che, come quello delle cugine Land Rover, prevede modalità specifiche per l’uso sui fondi a bassa aderenza e impervi. L’Aspc, ovvero l’All Surface Progress Control viene fornito in abbinamento al cambio automatico a 8 marce. Sui fondi a bassa aderenza, da poco più di 3 a 30 km/h, gestisce motore e freni per massimizzare la motricità lasciando al guidatore solo il compito di controllare il volante. Numerosi poi i dispositivi volti a migliorare sicurezza e assistenza alla guida.

Al lancio, previsto a marzo del prossimo anno, la Jaguar F-Pace sarà disponibile nelle motorizzazioni 2.0 diesel Ingenium da 180 CV, V6 3.0 diesel da 300 CV e V6 3.0 benzina da 340 CV per la variante S, abbinate a un cambio manuale o ad uno automatico ad otto rapporti. Ci sarà anche una speciale ed esclusiva First Edition, realizzata in serie limitata a 2.000 esemplari.

I prezzi partiranno da 45.000 euro.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica


Jeep Renegade: va di moda dark

Mercedes-Benz Concept IAA: double face