Jannik Sinner a Maranello: tra tennis e passione per la Formula 1
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Jannik Sinner a Maranello: tra tennis e passione per la Formula 1

Jannik Sinner

Un viaggio nell’universo Ferrari con il tennista azzurro, tra emozioni e condivisione di valori sportivi, così Sinner.

L’ascesa di Jannik Sinner nel mondo del tennis è parallela alla sua crescente passione per il mondo dei motori, recentemente evidenziata dalla sua visita alla fabbrica e al museo della Ferrari a Maranello. Il tennista, attualmente numero 4 nel ranking ATP, ha avuto l’onore di testare la prestigiosa SF90 Spider Assetto Fiorano, guidata dallo skillato head development test driver Raffaele De Simone.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Jannik Sinner
Jannik Sinner

Emozioni e confronti: tennis e Formula 1

Sinner, che si è sempre dichiarato appassionato di Formula 1, grazie all’influenza di suo padre, ha espresso profonda ammirazione per il distintivo suono del motore Ferrari e per l’etica lavorativa che regna a Maranello. “Quello che mi ha colpito è l’onore con cui lavorano qui,” ha commentato Jannik, sottolineando il valore e la storia che si celano dietro ogni dettaglio della celebre scuderia italiana.

Prima della sua avventura in pista, Sinner ha avuto l’opportunità di guidare la Ferrari Purosangue, un modello stradale che lo ha profondamente emozionato. Ha paragonato l’esperienza di guidare una Ferrari a quella di maneggiare la sua racchetta da tennis, entrambe percepite come estensioni del suo corpo. Questo parallelismo mette in luce la capacità di Sinner di trovare connessioni tra il suo sport e la sua passione per i motori.

Collaborazione e valori condivisi nel tennis e nella F1

Durante la visita, il giovane tennista ha anche parlato della sua nuova collaborazione con la Formula 1, un progetto mirato alla promozione globale del brand. Ha ricordato i momenti passati a seguire le gare con suo nonno e ha sottolineato le similitudini tra tennis e corse automobilistiche. Entrambi gli sport, pur essendo individuali, richiedono il supporto di una squadra armoniosa e dedicata, sottolineando l’importanza del lavoro di squadra sia nel tennis che nella Formula 1.

In conclusione, la visita di Jannik Sinner a Maranello non è stata soltanto un’occasione per celebrare la sua passione per la Formula 1, ma anche un momento per riflettere sull’importanza del lavoro di squadra e della condivisione di valori sia nel mondo del tennis che in quello delle corse automobilistiche. La sua esperienza alla Ferrari sottolinea l’interconnettività tra vari ambiti sportivi e la capacità di trovare ispirazione e valori comuni oltre i confini del proprio campo di gioco.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2023 19:17

MotoGP: continua lo scontro per la gomma della discordia

nl pixel