Jean-Philippe Imparato il nuovo CEO di Alfa Romeo. Il manager francese lascia la Peugeot. Linda Jackson al suo posto.

ROMA – Jean-Philippe Imparato il nuovo Ceo di Alfa Romeo. Dopo l’unione con PSA, la FCA ha deciso di affidare il brand del Biscione proprio all’ex numero uno di Peugeot.

Una scelta fatta per rafforzare la casa automobilistica italiana che, negli ultimi anni, ha dovuto ridurre in termini numerici una gamma con solo Giulia e Stelvio. Nei prossimi mesi, però, in strada dovrebbero arrivare anche modelli come Tonale e Brennero. Il transalpino, dopo cinque anni in Peugeot, è chiamato ad un compito non semplice, ma la collaborazione tra i due marchi potrebbe facilitare il rilancio del Biscione.

Linda Jackson in Peugeot

Il posto lasciato libero da Jean-Philippe Imparato in Peugeot è stato occupato da Linda Jackson. La manager, dopo diversi ruoli di vertice nel gruppo PSA, ha deciso di scendere in campo in prima persona per aiutare uno dei marchi più apprezzati negli ultimi anni.

Toccherà a lei, quindi, continuare il lavoro iniziato da Imparato in precedenza. Per accettare il ruolo di CEO di Peugeot, Linda Jackson ha lasciato la Citroen dopo tre lunghi anni.

Logo Stellantis
fonte foto comunicato stampa

Vincent Cobée in Citroen

Al posto di Linda Jackson in Citroen è arrivato Vincent Cobée. L’ex responsabile di Mitsubishi è entrato nella casa automobilistica nel 2019 per sostituire la manager.

Un anno di collaborazione tra i due, con il dirigente che è diventato a tutti gli effetti il CEO del brand solamente a fine 2020. La formazione di Stellantis non ha cambiato la situazione. PSA ha deciso di confermarlo nel suo ruolo per dare continuità al lavoro iniziato ormai da oltre un anno. Anche per lui un compito non semplice. Rilanciare il brand dopo un anno difficile per la pandemia. Il 2021 potrebbe portare al rilancio, ma molto dipenderà dalla pandemia.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/AlfaRomeoIT/


Valanga al Mortirolo, morto ragazzo di 20 anni. Coldiretti: “Milioni di danni per il maltempo”

Quali sono le aziende che assumono in Italia