Jonathan Rea non si ferma più. Il britannico conquista il suo quarto Mondiale consecutivo e raggiunge Carl Fogarty in questa speciale classifica.

MAGNY COURS (FRANCIA) – Il weekend di Magny Cours laurea Jonathan Rea per la quarta volta consecutiva campione del mondo in Superbike. Al britannico basta il successo in Gara-1 per conquistare aritmeticamente il titolo con qualche settimana di anticipo. Il pilota della Kawasaki ha comunque legittimato il successo conquistato la vittoria anche in Gara-2.

Una vittoria che lo fa entrare nella storia di questo sport. Finora nessuno era mai riuscito a vincere quattro titoli iridati consecutivi ma soprattutto solamente il connazionale Carl Fogarty è riuscito a firmare un poker mondiale (1994, 1995, 1998, 1999). Per Rea la prossima stagione potrebbe essere quella del quinto trionfo, un’impresa mai fatta fino a questo momento in Superbike.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Superbike, stagione fantastica per Jonathan Rea

A differenza degli anni scorsi, in questa stagione Jonathan Rea non ha mai avuto particolari problemi. Il britannico ha conquistato fino a questo momento 14 vittorie. L’inizio non è stato dei più semplici in Australia ma dalla Malesia in poi ha vinto almeno una gara. Il successo è mancato solamente nel Gran Premio di casa dove si è dovuto accontentare di due podi.

Jonathan Rea
Jonathan Rea (fonte foto https://twitter.com/WorldSBK)

Lo strappo decisivo al campionato lo ha dato nelle ultime quattro gare dove ha conquistato solamente successi. Questo non ha permesso ai suoi avversari di prendere punti preziosi per tenere aperto il campionato. Sicuramente l’obiettivo negli ultimi due appuntamenti stagionali sarà quello di chiudere al meglio il suo percorso in questo 2018 con altri successi.

Di seguito il video con la gioia di Jonathan Rea sul traguardo

fonte foto copertina https://twitter.com/WorldSBK

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-10-2018


Impresa per l’Italia del polo: titolo continentale ad Arezzo

Paura per Filippo Magnini, investito da un’auto a Milano