Jumbo Stay Hotel, ecco l’albergo costruito su un ex Boeing

Un hotel perfettamente “funzionante”, con ben 33 camere, ma costruito in un jumbo. Il progetto geniale di Oscar Dias.

chiudi

Caricamento Player...

Se un giorno vi dovesse capitare di atterrare all’aeroporto di Stockholm-Arlanda, in Svezia, sappiate che potrete pernottare in un hotel stupefacente: il Jumbo Stay Hotel.

Il Jumbo Stay Hotel non è altro che un ex Boeing-457 che l’uomo d’affari Oscar Dias ha trasformato in un albergo molto glamour, per turisti che amano la sensazione di essere… in volo! Potremmo definire il Jumbo Stay Hotel una grande operazione, perfettamente riuscita, di riciclo, visto che prima era un Boeing per davvero, e non si tratta di finzione, per così dire, scenica.

Come dicevamo poco sopra, il Jumbo Stay Hotel conta ben 33 camere, una suite super-lusso per chi non ha intenzione di badare a spese, e un bar completo di tutto, dove si possono assaggiare gli ultimi drink di tendenza e i cocktail evergreen.

Ma come è venuta questa idea, al cervello scoppiettante di Dias? Lo ha spiegato lui stesso in una intervista:

Volevo aprire un hotel in aeroporto. Ho saputo dell’aereo dismesso e ho pensato che sarebbe stato un modo interessante di entrare nel mercato degli hotel in aeroporto.

Una iniziativa che è stata subito premiata dal successo, visto che le prenotazioni delle camere hanno cominciato sin da subito a fioccare.

Il proprietario del Jumbo hotel si è detto molto orgoglioso del risultato e del successo che sta riscontrando tra gli ospiti:

I nostri ospiti sono semplicemente stupiti quando vedono il nostro hotel.

La vista migliore, spiega Dias, si ha dalla cabina di pilotaggio (ormai ex) che evidentemente è diventato il fulcro di questo strambo hotel. Questo Boeing ha volato per anni, giorno e notte senza mai fermarsi e ora, a detta dello stesso Dias, può finalmente riposare, anzi… far riposare gli ospiti!

SFOGLIA LA FOTOGALLERY: CLICCA QUI

Fonte foto: Lioba Schneider/JumboStay