Juve, Allegri: “Dybala? I paragoni con Messi sono stati dannosi”

Ecco le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, in vista della gara contro il Verona.

chiudi

Caricamento Player...

Ultima partita del 2017 per la Juventus, che domani sera sarà di scena al Bentegodi contro l’Hellas Verona. Alla viglia del match, il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da Sport Mediaset: “Dobbiamo solo vincere per chiudere l’anno nel migliore dei modi. Tra l’altro la Juventus non vince a Verona dal 2001 e ha perso tante volte: credo che la Juve su diciassette partite abbia perso dieci volte a Verona, e abbia vinto solamente sette volte, quindi quella di domani è una gara per noi dove bisogna prendere i tre punti”.

Serie A, 19esima giornata: Hellas Verona-Juventus sabato 30 dicembre alle 20.45

Nel corso dell’intervista, Allegri ha parlato anche di Paulo Dybala: “I paragoni con Messi e Cristiano Ronaldo sono stati dannosi. Può tornare titolare con Higuain e Mandzukic. È un ragazzo intelligente e ha capito, si è allenato bene in settimana ed è sereno. I giovani vanno lasciati crescere senza troppa pressione. Ogni tanto la panchina fa bene, ci deve essere competizione all’interno del gruppo. Ora tutti corrono in allenamento perché la panchina non piace a nessuno. Serve la disponibilità di tutti”.

Ancora qualche dubbio di formazione, soprattutto in difesa: “Devo ancora valutare. Riposa sicuramente Barzagli, rientra Lichtsteiner. Tra Rugani, Benatia e Chiellini giocano due. Pjanic non c’è, non ci sono anche Buffon, De Sciglio e Cuadrado. Il colombiano a un’infiammazione al pube, difficile ci sia anche nel derby. Come sostituire Miralem? O gioca Bentancur o Marchisio, altrimenti centrocampo a due. Matuidi è da valutare perché ha saltato parte dell’allenamento di giovedì”.