Juve, Bernardeschi: “Mi alleno per mettere in difficoltà Allegri”

L’esterno bianconero gode della fiducia del ct Ventura e non teme di perdere il Mondiale: “Gioco poco, ma sono sereno”, ha dichiarato Bernardeschi.

chiudi

Caricamento Player...

Federico Bernardeschi è uno dei migliori talenti del nostro calcio. Non a caso, il commissario tecnico azzurro, Gian Piero Ventura, lo ha convocato per le sfide contro Macedonia e Albania, nonostante il 23enne stia giocando poco con la Juventus. L’ex viola, comunque, non è affatto preoccupato delle tante panchina collezionate in bianconero in questa prima parte di stagione: “È vero che ho giocato poco – ha confessato il giocatore, come riporta Premium Sport – ma non temo di perdere la Nazionale e la possibilità di andare ai Mondiali. Non potevo pensare di essere subito titolare. L’importante è mettere in difficoltà l’allenatore”.

Serie A, ottava giornata: allo Stadium arriva la Lazio di Simone Inzaghi

Bernardeschi, dunque, guarda al futuro con ottimismo e fiducia. Anche perché il talento non gli manca. Il tempo, poi, è dalla sua parte: “L’importante è allenarsi sempre bene con l’obiettivo di diventare un punto fermo della squadra. Non potevo pensare di arrivare alla Juve ed essere subito titolare. Devo adattarmi e saper aspettare il mio momento e lo sto facendo con serenità”. Una considerazione anche sulla Fiorentina: “Le sarò sempre riconoscente perché mi ha dato tanto, ma a un certo punto si devono fare delle scelte seguendo i propri obiettivi”.