Juve, Marotta: “Bernardeschi? Non carichiamolo di responsabilità”

L’amministratore delegato bianconero ha parlato del giovane esterno, ma anche dei tanti gol subiti. Ecco le dichiarazioni di Beppe Marotta.

chiudi

Caricamento Player...

Massimiliano Allegri e la Juventus non stanno attraversando un periodo particolarmente brillante. Tuttavia, i dirigenti bianconeri non sono affatto preoccupati. L’ad juventino, Beppe Marotta, ha parlato del momento della squadra ai microfoni di Premium Sport: “La società è sempre presente agli allenamenti, è normale che ci siano momenti di confronto con l’allenatore e i giocatori. Il nostro dovere lo facciamo, ma non possiamo parlare di momenti di crisi”.

Serie A, nona giornata: Udinese-Juventus domenica alle 18

Nel corso dell’intervista, Beppe Marotta ha parlato anche di Federico Bernardeschi: “Spesso gli acquisti vengono fatti per essere utili in prospettiva. Sento spesso parlare di Bernardeschi, a volte dimentichiamo che non ha ancora 24 anni. Era impensabile che potesse essere subito decisivo e trascinatore, ma è stato giusto acquistarlo adesso per farlo entrare in un contesto diverso rispetto a quello di prima. Mi sembra fuori luogo caricarlo di responsabilità. È un talento italiano riconosciuto da tutti. L’intento non è quello di dargli subito responsabilità, ma prepararlo per un ruolo in rosa negli anni a venire. Non può giocare con facilità, diamogli tempo anche di capire cosa vuole dire indossare una maglia così potente”.

Marotta, dunque, è ottimista. I gol subiti non preoccupano il dirigente bianconero: “Le statistiche aiutano a fare riflessioni. Abbiamo subito due gol in più rispetto allo scorso campionato ma ne abbiamo fatti di più. È un atteggiamento tattico, non credo ci siano problemi a subire tanti gol. Li abbiamo anche subiti su calcio piazzato. Dobbiamo calibrare meglio la situazione, ma non si può parlare di problemi in difesa”.