Juventus, missione sorpasso: ma con la Lazio non sarà facile

L’Inter frena, Sarri si affida a Cristiano Ronaldo per il sorpasso

Serie A, la Juventus contro la Lazio per centrare il nuovo sorpasso in classifica. Ma a Sarri servirà il miglior Cristiano Ronaldo.

Persa la vetta della classifica, la Juventus ha la grande occasione per rifarsi dopo appena sette giorni. L’Inter si Antonio Conte si è fermata sullo zero a zero contro la Roma e i bianconeri si giocheranno le proprie carte contro l’altra squadra della Capitale, la Lazio. Un incrocio quasi beffardo, così come beffardo è stato per i nerazzurri lo stop contro la squadra di Fonseca.

Juventus, occasione sorpasso. Ma contro la Lazio non sarà semplice

Ma per la Juventus la missione sarà tutt’altro che semplice. La Lazio è uno stato di forma invidiabile, forse è la squadra che mentalmente e atleticamente sta meglio in tutta la Serie A. Al contrario i bianconeri continuano a fare fatica ad assimilare i dettami del gioco di Maurizio Sarri, salvato più dal talento dei singoli che dalle sue intuizioni. Almeno fino a questo momento. La mano dell’ex allenatore del Napoli in realtà inizia a vedersi, ma quelli che dovrebbero essere i suoi profeti in campo non riescono a trasmettere il messaggio ai compagni.

Maurizio Sarri Juventus
fonte foto https://twitter.com/juventusfc

Strada in salita per Maurizio Sarri

E così la Juventus affanna. O meglio non brilla. I giocatori hanno un manuale didattico da imparare a memoria per arrivare a giocare come vuole l’allenatore. Il tutto con il peso della pressione sulle spalle, perché tutti spingono perché la Juve sia la favorita. Al contrario l’Inter viaggia con un unico comando: vincere. Come e con quanti gol di scarto e con quale percentuale di possesso palla non conta. E la squadra sembra apprezzare la strada intrapresa.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

Lazio-Juventus, a Sarri serve il miglior Cristiano Ronaldo

La Lazio sarà una bella prova per la squadra di Maurizio Sarri. Ciro Immobile e compagni sono entrati addirittura nella lista di potenziali candidate al titolo. Un’incoronazione legittima ma forse prematura. Sicuramente Simone Inzaghi vuole battere il ferro finché è caldo e battere la Juve potrebbe accorciare la classifica in vetta. Niente male come prospettiva. In campo sarà battaglia, il gioco desiderato da Sarri potrebbe non vedersi. Il tecnico forse per novanta minuti preferirebbe vedere un grande Cristiano Ronaldo. Così, tanto per mettere tre punti in cascina. Il resto arriverà.

ultimo aggiornamento: 07-12-2019

X