Juventus, Allegri: “Higuain è un giocatore ritrovato. Dybala? Gioca”

Il tecnico bianconero in conferenza: “Settimo scudetto impresa oltre la leggenda, ci vogliamo riuscire“.

Dopo l’entusiasmante vittoria contro l’Udinese, la Juventus di Allegri è pronta a ritrovare i tre punti anche allo Stadium, dove domani sarà ospite la Spal. Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico bianconero ha parlato così, come riportato dalla Gazzetta dello Sport: “I tre punti contro la Spal contano come gli ultimi di Udine e i prossimi contro il Milan. Abbiamo grande rispetto per loro, servirà una partita seria perché stiamo rincorrendo, dobbiamo riprendere a vincere in casa. Non ci sarà tanto turnover, qualcuno ha bisogno di giocare, valuterò domani. Higuain? Ha fatto bene, è cresciuto in condizione, gli manca solo il gol, magari lo trova domani. A Udine si è caricato la squadra sulle spalle e ha fatto giocate importanti. Ha ritrovato entusiasmo, è importante come sempre per noi“.

Allegri spegne il ‘caso Dybala’

La sostituzione della scorsa domenica aveva acceso una sorta di ‘caso Dybala‘ nell’ambiente bianconero. Allegri, però, è di tutt’altro avviso: “Nessun caso, le sostituzioni fanno parte delle scelte di un allenatore. Avevo bisogno di un giocatore da contropiede. Lui tra l’altro ha giocato bene da trequartista, è quello che deve fare. E non deve vivere con l’ossessione del gol, che tornerà presto. C’è solo da fare, poco da chiacchierare. De Sciglio è convocato ma non ha ancora il ritmo partita. Buffon e Chiellini non giocano, Marchisio è pronto per uno spezzone. Come si sostituisce Mandzukic? Con Douglas Costa, invece di passare da sopra si passa da sotto. Alex Sandro gioca. A destra Bernardeschi o Cuadrado“.

L’obiettivo di Allegri

Lo scudetto è ormai un obiettivo più che dichiarato, il principale della stagione. Allegri lo conferma: “Il fatto che si parli di impresa che va oltre la leggenda per il settimo scudetto consecutivo ci ha risvegliato qualcosa. Molti lo davano per scontato, invece ogni anno che passa è sempre più difficile vincere. La normalità è non vincere. L’obiettivo del settimo scudetto ci serve per fare una grande Champions, dobbiamo giocare sempre 95′ minuti con attenzione senza dare nulla per scontato“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 24-10-2017

Mauro Abbate

X