Il difensore bianconero è pronto per la sfida di Cardiff: “Negli ultimi anni col Real ci è andata bene, ma non credo che abbiano un complesso-Juve“.

Media day oggi a Vinovo, in vista della grande sfida di Cardiff tra Juventus e Real Madrid. Una finale di Champions League attesa da tutti, anche da Giorgio Chiellini, che ha oggi parlato alla stampa. Queste le sue parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Ci sentiamo migliori di due anni fa, abbiamo aumentato la qualità e la tecnica. Aver fatto certe partite aiuta ad arrivare a sfide come queste nel migliore dei modi. Il Real sembra che sia lì a giochicchiare, ma appena pensi di poter avere il sopravvento ti colpisce, lo ha dimostrato contro il Napoli e il Bayern. Dobbiamo vincere più duelli possibile, mantenere l’ordine e avere il giusto approccio. Difesa a tre o a quattro? Cambia poco, l’importante è la disponibilità e il sacrificio, è questo il segreto. Benatia e Rugani sarebbero titolari in tutte le squadre d’Italia ma anche nel 90% delle squadre d’Europa e con noi stanno spesso fuori. Questo spiega molte cose“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chiellini: “Sono fortunato ad aver giocato con Buffon

Il difensore bianconero ha quindi proseguito: “Bale e Isco hanno caratteristiche diverse, ma sono due fuoriclasse. Isco si è dimostrato un valore aggiunto negli ultimi due mesi in cui ha giocato al posto di Bale. Sono fortunato ad aver giocato tutta la mia carriera assieme a Buffon, si merita il Pallone d’Oro per quello che ha fatto quest’anno, spero lo vinca, sarebbe conseguenza della nostra vittoria a Cardiff. Ci sarà bisogno ancora di qualcosa di straordinario da parte sua sabato, è impensabile non concedere nulla al Real. Oltre all’ordinario serve anche lo straordinario, come la parata di Gigi su Iniesta. Credo che il Real non possa avere un complesso-Juve, anche se negli ultimi anni ci è andata quasi sempre bene“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Juventus

ultimo aggiornamento: 29-05-2017


Hamsik: “Ho Napoli nell’anima. La vita non è solo stipendio e trofei…”

Niente City per Donnarumma: Guardiola punta sul brasiliano Ederson