Sampdoria, Giampaolo: “Freniamo l’entusiasmo e godiamoci il momento”

Il tecnico blucerchiato soddisfatto dopo la vittoria con la Juventus: “La squadra è stata perfetta ai miei occhi“.

Juventus Giampaolo – Il tecnico del giorno, Marco Giampaolo, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: “Freno ancora l’entusiasmo. Bisogna confidare nel lavoro quotidiano ed essere ignoranti, nel senso di ignorare tutto ciò che ci succede attorno. Non so cos’altro mi può dare questa squadra, finora è stata straordinaria. Ci godiamo il momento, ma in maniera seria, senza sbandierar nulla. Questo è il mio modo di fare, poi ognuno la gestirà come crede. Io valuto la partita di oggi, primo tempo molto ordinati, equilibrati, gli abbiamo concesso il giusto. Nel secondo abbiamo fatto momento di bel calcio, alla fine l’abbiamo pure messa in discussione, sarebbe stato un peccato gravissimo, ma la squadra resta meritevole di grandi elogi. La squadra è stata perfetta, vista dai miei occhi. Siamo riusciti a limitare la Juventus, a stare corti, a lavorare insieme. In campo aperto e in situazioni di uno contro uno questi sono forti. Io vicino alla Juve tempo fa? Ne ho subite tante, ne subirò ancora tante. Adesso penso di avere la maturità di vivere il presente, a divertirmi. Ho la fortuna di avere un gruppo di ragazzi che mi segue“.

Sampdoria-Juventus, Giampaolo: “Devo ringraziare chi ha creduto in me

Il tecnico blucerchiato, quindi, ha proseguito parlando ancora del suo passato e del suo futuro: “Ho sempre ringraziato il gruppo della Cremonese, perché sono stato fortunato. Poi ho ringraziato quelli dell’Empoli che mi hanno riportato in Serie A. Ho ringraziato e ringrazio la Samp, che è una società importante. Oggi ringrazio anche i miei calciatori, che oggi mi hanno portato a pensare in questo modo. Devo certamente ringraziare chi mi ha ridato la possibilità, se oggi sono qui è grazie a loro. A prescindere dal risultato nei prossimi giorni analizzeremo gli errori, ma sarei ingeneroso nei loro confronti a star lì a trovare il pelo nell’uovo. Dybala fuori? Lui l’anno scorso qui ci ha messo in grande difficoltà prima di uscire per infortunio. Allegri deve gestire una rosa importante tra impegni con la Nazionale, club e Champions. A quel livello lì è la squadra a far la differenza, i giocatori sono tutti campioni. Paragone con Sacchi? Lui è uno di quelli che ha rivoluzionato il calcio, non scomodiamolo“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 19-11-2017

Mauro Abbate

X