Juventus: la rivincita di Allegri, senza campioni è lui la stella
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Juventus: la rivincita di Allegri, senza campioni è lui la stella

Massimiliano Allegri

Un trionfo importante che segna il ritorno al primo posto in classifica per Allegri e la Juventus, un momento di liberazione.

Massimiliano Allegri ha celebrato con fervore la recente vittoria della Juventus, un trionfo ottenuto con una rete nel finale che ha liberato il tecnico da una sofferenza prolungata. Questa volta, a differenza della sfida contro la Salernitana, non c’era il VAR a interferire.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

La sfida tattica e l’euforia della vittoria

Credevo nella vittoria. Ma ci sono stati momenti di tensione, con Gatti e Bremer in area, mentre Miretti e Locatelli agivano da difensori. Abbiamo imparato dalle sconfitte passate, come quella contro il Sassuolo al 95′, e questa volta non abbiamo concesso nulla agli avversari,” ha dichiarato Allegri. L’ordine tattico è stato la chiave, consentendo alla squadra di restare compatta e di capitalizzare una delle ultime occasioni del match. L’emozione di Allegri era palpabile, riflettendo la determinazione della squadra di credere fino alla fine nella vittoria.

Crescita tecnica e mentale dei giovani

Allegri ha elogiato la performance di Moise Kean, nonostante una serata sfortunata con due gol annullati. “Kean ha giocato una bella partita. Ha dimostrato una crescita notevole, sia a livello tecnico che mentale.” La lode si è estesa anche ad altri giovani come Yildiz, Miretti, Huijsen e Iling, evidenziando la serietà e l’impegno di questi giovani talenti che continuano a lavorare sui propri limiti per contribuire al successo della squadra.

La vittoria ha portato una gioia immensa, ma Allegri rimane con i piedi per terra, consapevole che c’è ancora molto da lavorare per mantenere una posizione di rilievo in classifica. “Dobbiamo continuare a migliorare, soprattutto a livello di esperienza. Queste partite sono fondamentali per la crescita della squadra.” L’obiettivo è chiaro: consolidare la posizione in classifica e continuare a costruire una squadra solida e competitiva.

Le parole di Allegri post-partita evidenziano una maturazione sia a livello di squadra che individuale, un aspetto cruciale per mantenere l’inerzia positiva e aspirare a traguardi sempre più ambiziosi. L’importanza di un nucleo giovane e talentuoso, unita all’esperienza dei veterani, sembra essere la formula vincente per una Juventus che, sotto la guida esperta di Allegri, punta a ritagliarsi un ruolo da protagonista nel panorama calcistico italiano. L’unica nota negativa è l’abbandono a Iling Junior e il mancato esordio di Hans Nicolussi Caviglia.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2023 17:37

Il ritorno di Lukaku a San Siro: la risposta della Curva Nord dell’Inter

nl pixel